Versione Beta

Cerca

Vatican News
Poveri in India Poveri in India 

Mostra del Cinema di Venezia: nasce "Finding Vince 400"

"Finding Vince 400" è il Festival cinematografico in onore di San Vincenzo de’ Paoli e ispirato al tema della globalizzazione della carità. Verrà presentato ufficialmente alla prossima Bienale del Cinema di Venezia

Andrea Gangi – Città del Vaticano

"Finding Vince 400" è il festival cinematografico internazionale dedicato a san Vincenzo de’ Paoli e verrà presentato ufficialmente alla Bienale del Cinema 2018 di Venezia nell’ambito della 75esima Mostra internazionale d’arte cinematografica. La presentazione avverrà domenica 2 settembre alle 12 all’Hotel Excelsior al Lido di Venezia, all’interno dello spazio della fondazione Ente dello Spettacolo della Cei, Conferenza Episcopale Italiana.

Raccontare in modo nuovo la povertà

Finding vince 400, già presentato ufficialmente a Roma nel 2017, è il tentativo di sviluppare il tema della globalizzazione e della carità all’interno di un concorso. Narratori e sceneggiatori sono chiamati a raccontare la povertà in un modo originale e innovativo. Saranno oltre tremila da 109 paesi del mondo. “Il cuore della spiritualità del festival consiste nello scoprire Gesù nell’altra persona” afferma padre Tomaz Mavric, Superiore Generale della Congregazione della Missione e delle Figlie della Carità. “Questo ha fatto Vincenzo, che ha sperimentato povertà spirituale e materiale e questo fu l’inizio della sua conversione: Dio gli stava chiedendo una missione concreta: l’aiuto ai poveri”. (Ascolta l'intervista a padre Tomaz Mavric sul Festival Vince 400).

Per un’arte al servizio dei poveri

“L’importanza del festival – spiega padre Mavric – è scoprire i talenti che Gesù ha dato a ognuno di noi”. Due sono le sezioni in cui è possibile partecipare al concorso, la cui fase finale si svolgerà a Castel Gandolfo tra il 18 e il 21 ottobre. La prima sezione è chiamata “Corto o lungometraggio”. La seconda è “Semi di speranza” ed è rivolta a coloro che hanno meno di 18 anni. Il tema proposto è unico: il servizio ai poveri. “Pianta un seme, guardalo crescere” è il senso della partecipazione a questa ultima categoria rivolta ai giovani. Si cerca un’arte che ispiri un servizio diretto ai poveri. L’obiettivo del Finding Vince 400 Film, scrivono gli organizzatori, è di riunire una comunità di artisti che hanno idee ispiratrici su come cambiare la nostra prospettiva sulla povertà.

L’impegno verso i poveri

Numerosi sono gli artisti scesi in campo per promuovere Finding Vince 400, ultimo in ordine di tempo Martin Sheen. Il noto attore americano, da sempre sensibile ai temi del sociale e all’impegno per la collettività, in un video messaggio ricorda l’appello di Papa Francesco: questi si rivolte a tutti per un maggiore impegno al servizio ai poveri, secondo le parole di Gesù “Tutto quello che avete dato a uno solo dei miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me” (Mt 25, 40). “L’invito del festival – prosegue padre Mavric – è dare un aiuto concreto ai poveri, anche da parte dei laici e di coloro che finora non si sono interessati al problema. Si ha l’opportunità di lasciare da parte le parole e offrire il proprio aiuto al bisognoso e aiutarlo come si può”.
 

28 agosto 2018, 08:00