Versione Beta

Cerca

Vatican News
La disperazione dei parenti delle vittime delle violenze La disperazione dei parenti delle vittime delle violenze  (AFP or licensors)

Nigeria. Card. Onaiyekan: il governo fermi la violenza nel Paese

Il mese scorso a Roma per la visita ad limina in Vaticano dove hanno incontrato il Papa, i vescovi nigeriani hanno lanciato un appello al governo centrale di Abuja, affinchè metta fine alle violenze che stanno dilaniando il Paese

Non solo Boko Haram insanguina la Nigeria. Il Paese è afflitto da una violenza diffusa che colpisce chiunque al di là della appartenenze religiose. Gruppi criminali sono in azione un po’ dovunque nel Paese africano. Alcuni agiscono per motivi tribali e etnici, altri meramente per soldi. Ad essere potenziali vittime di violenze è tutta la popolazione, sia cristiani che musulmani. Da sempre il card. John Olorunfemi Onaiyekan, arcivescovo della capitale Abuja, invita a non leggere negli attacchi a chiese o moschee un conflitto di religione. Inoltre il cardinale denuncia uno stato di generale insicurezza nel Paese e la sostanziale incapacità del governo di far fronte alla situazione, come sottolinea al microfono di Helene Destombes

Ascolta l'intervista al card. Onaiyekan
17 luglio 2018, 10:59