Cerca

Vatican News
Morto Franco Mandelli, luminare contro la leucemia Morto Franco Mandelli, luminare contro la leucemia  (ANSA)

Morto a 87 anni l’ematologo Franco Mandelli

Si è spento a Roma uno dei più noti ematologi italiani, famoso per le ricerche e l’attività clinica sulle leucemie e sui linfomi

Barbara Castelli – Città del Vaticano

“Addio al nostro presidente, professor Franco Mandelli, una vita dedicata alle malattie del
sangue e alla solidarietà”. Così, in un post su Facebook, l’Associazione italiana contro le leucemie - linfomi e mieloma Onlus (Ail) annuncia la morte del noto ematologo. Il medico, nato a Bergamo il 12 maggio 1931, è venuto meno a Roma, all’età di 87 anni.

Una vita spesa nella ricerca

Franco Mandelli ha pubblicato oltre 700 studi scientifici. La laurea a Milano nel 1955 segna la prima tappa del suo percorso professionale, che lo porterà a Roma, dove diviene una figura di spicco nella lotta alle malattie del sangue, in particolare contro il linfoma di Hodgkin e le leucemie acute. Nel 1969 fonda l’Ail, che da quasi 50 anni promuove e sostiene la ricerca scientifica per la cura delle leucemie, dei linfomi e del mieloma; nel 1982, invece, dà vita al Gruppo italiano malattie ematologiche dell’adulto (Gimema), una realtà consolidata che coordina un network nazionale a cui partecipa la quasi totalità dei centri ematologici italiani e gestisce numerose collaborazioni internazionali. Tra le altre cose, Franco Mandelli riceve nel 1987 dall’Accademia Nazionale dei Lincei il “Premio Nazionale per l'Oncologia”. I suoi pazienti ricordano soprattutto il suo tratto umano, peculiarità che si è espressa anche nelle numerose campagne per raccogliere fondi a favore delle leucemie e per finanziare la ricerca scientifica.

Il grazie del presidente Mattarella

Si moltiplicano, intanto, la manifestazioni di cordoglio per la scomparsa dell’ematologo. Anche il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, ricorda in una nota Franco Mandelli. “La sua testimonianza di vita – si legge – figura a buon diritto fra gli italiani che hanno contribuito a rendere migliore la nostra società”.

15 luglio 2018, 11:34