Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Uno dei test nucleari della Corea del Nord Uno dei test nucleari della Corea del Nord  (AFP or licensors)

Corea del Nord: stop a test nucleari e missilistici

L’annuncio ieri da parte del leader nordcoreano Kim Jong-un, a pochi giorni dal summit con la Corea del Sud.

Paola Simonetti – Città del Vaticano

"Siamo in una nuova fase della storia. La Corea del Nord non effettuerà più test nucleari e missilistici, non ce n'è più bisogno". L’annuncio a sorpresa arriva dal leader di Pyongyang, Kim Jong-un che rende nota peraltro la chiusura di un sito di test atomici nel Nord del Paese, quello di Punggye-ri. Una iniziativa inaspettata, ma che si rivela certo cruciale: all’orizzonte infatti ci sono i due storici summit, quello del 27 aprile con il presidente sudcoreano Moon Jae-in e quello, probabile, nelle settimane successive con il presidente americano, Trump.

Trump: progresso significativo

“E’ una  grande notizia per il mondo intero, un progresso significativo", ha commentato il presidente USA. Meno ottimista il Giappone, per il quale la decisione è "insufficiente". La cautela è certamente necessaria secondo Francesca Frassineti, esperta di Asia per l’ Isp-: “La Corea del Nord già in passato ha usato lo stesso copione, salvo poi tornare sui suoi passi. Determinante sarà – aggiunge Frassineti - il summit fra le due Coree, anche per avere più chiare quali richieste avanzerà il leader nordcoreano”.

Ascolta l’intervista a Francesca Frassineti:

 

21 aprile 2018, 14:50