Versione Beta

Cerca

Vatican News
Il palazzo di Cisterna di Latina dove è avvenuta la tragedia Il palazzo di Cisterna di Latina dove è avvenuta la tragedia  (ANSA)

Tragedia a Cisterna di Latina. Mons. Crociata: "Non possono esistere famiglie isolate"

Un carabiniere si barrica in casa, uccide le due figlie minorenni e si toglie la vita. Il commento del vescovo di Latina e del parroco della Chiesa frequentata dalla famiglia.

Giancarlo La Vella – Città del Vaticano

Sconcerto e dolore per la tragedia familiare che ha colpito Cisterna di Latina. Il carabiniere Luigi Capasso, dopo aver ferito gravemente la moglie, ed ucciso le due figlie, di 8 e 14 anni, si è suicidato. Questa la scena drammatica vista dai carabinieri, che hanno fatto irruzione nella casa, dove l'uomo si era barricato per nove ore con le bambine. Sembra che la coppia si stesse separando. Per mons. Mariano Crociata, vescovo di Latina si “tratta di una follia distruttiva”:

Ascolta e scarica il commento di mons. Crociata, vescovo di Latina

La famiglia frequentava la Parrocchia di San Valentino, a Cisterna di latina, e la figlia maggiore stava seguendo il corso di catechismo per la Cresima. “Preghiamo per quanto accaduto” dice il parroco, don Livio Fabiani:

Ascolta e scarica il commento di don Livio Fabiani
28 febbraio 2018, 18:11