Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Il presidente Usa, Donald Trump, parla dei suoi progetti per l'America Il presidente Usa, Donald Trump, parla dei suoi progetti per l'America  (2018 Getty Images)

Trump: lavoriamo ad un'America più forte. Per i democratici è il caos

"Stiamo costruendo un'America forte, solida e sicura". Così il presidente Usa Donald Trump, ieri, nel suo primo discorso sullo stato dell’Unione, che sui social diventa il più twettato della storia.

Elvira Ragosta - Città del Vaticano

A Capitol Hill, davanti al Congresso riunito per il tradizionale discorso, Trump parla di un "nuovo momento americano", fa un appello all’unità del Paese e ai democratici e si dice disposto a "lavorare con membri di entrambi i partiti" accantonando le "differenze". Poi rilancia sul suo piano immigrazione per regolarizzare 1,8 milioni di persone in cambio di fondi per  la costruzione del muro con il Messico. Nell’elenco dei successi sottolinea il taglio delle tasse, l’aumento dei salari e i record della Borsa. E su Guantanamo annuncia che resterà aperta.

L'opposizione: l'ultimo anno è stato un caos

Per Twitter si è trattato del discorso sullo stato dell'Unione più twittato di sempre, con quattro milioni e mezzo di tweet.  Il deputato Joe Kennedy III, pronipote di JFK, al quale i democratici affidano la risposta al discorso, dice: "Potremmo classificare l'ultimo anno come caos... ma è molto di più e non è ciò che siamo” e senza citare Trump parla di una promessa americana infranta.

Il parere dell'americanista Nardini

Per l’americanista Alia Nardini, professore associato di Relazioni internazionali allo ‘Spring hill College’ di Bologna, quelli usati dal presidente Usa nel discorso sullo stato dell’Unione sono stati toni presidenziali e Trump si è dimostrato un oratore disciplinato, di livello medio-alto.

Ascolta e scarica l’intervista alla prof.ssa Alia Nardini:
31 gennaio 2018, 14:04