Versione Beta

Cerca

Vatican News
Il recupero delle salme di migranti Il recupero delle salme di migranti  (AFP or licensors)

Migranti: almeno 50 morti a largo delle coste libiche

Nuova strage al largo delle coste libiche, dove almeno 50 persone sono morte a bordo di un gommone semi-affondato. Circa un centinaio i dispersi secondo la guardia costiera libica, che nelle ultime 24 ore ha salvato 300 migranti

Michele Raviart - Città del Vaticano

Il gommone era già sommerso dall’acqua quando la guardia costiera libica si è avvicinata per i soccorsi. Solo diciassette le persone che è stato possibile salvare. Secondo i superstiti, che si trovano ora nella base navale di Tripoli, l’imbarcazione di fortuna, trovata senza equipaggio, trasportava tra le cinquanta e le cento persone, delle quali si sono perse le tracce. Si tratta del terzo gommone soccorso dalle forze libiche nella giornata ieri. 300 le persone salvate, tra cui dieci donne in stato di gravidanza. Dopo il naufragio dell’Epifania, in cui sono morte 64 persone è la stessa guardia libica a lanciare l’allarme: si teme ci siano almeno un milione di persone pronte ad imbarcarsi.

10 gennaio 2018, 08:25