Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Manifestazione dei cattolici Manifestazione dei cattolici  (AFP or licensors)

Card. Monsengwo Pasinya: in Congo governanti "mediocri" mistificano la realtà

Resta drammatica la situazione nella Repubblica Democratica del Congo, dove sono finite nel sangue le manifestazioni contro il presidente Joseph Kabila. Ferma la condanna del cardinale arcivescovo di Kinshasa, Laurent Monsengwo Pasinya

Barbara Castelli – Città del Vaticano

Si sono scagliati contro persone che sfilavano solo con “bibbie, rosari… niente di più”; non ci si può fidare di chi è “incapace di proteggere la popolazione” e mistifica la verità. L’arcivescovo di Kinshasa, cardinale Laurent Monsengwo Pasinya, è tornato a parlare della situazione in cui versa la Repubblica Democratica del Congo, dopo la repressione delle manifestazioni dello scorso 31 dicembre, con almeno 8 morti e oltre 140 arresti.

 

Disattesi gli accordi di San Silvestro

La Conferenza episcopale congolese (CENCO) ha ribadito l’esigenza di applicare gli Accordi di San Silvestro, siglati il 31 dicembre 2016 per superare lo stallo politico-istituzionale nel Paese africano. Il presidente Joseph Kabila, succeduto al padre Laurent Desire, è al potere dal 2001, nonostante la fine del secondo mandato, scaduto il 20 dicembre 2016.

 

 

Manifestazioni finite nel sangue

Al microfono di padre Jean Pierre Bodjoko, il cardinale Laurent Monsengwo Pasinya è tornato a parlare degli episodi di violenza incomprensibile avvenuti la scorsa settimana. “E’ qualcosa di mai visto – ha precisato – sono entrati nelle nostre parrocchie, perfino nella cattedrale e hanno gettato gas lacrimogeni, hanno impedito alla gente di celebrare la Messa… Non si è mai vista una cosa del genere. (…) Siamo al limite della tollerabilità. C’erano persone che sfilavano con bibbie, rosari… niente di più”.

 

Senza libertà religiosa crollano tutte le libertà

Nell’intervista, il porporato ha messo in guardia da quanti “sono incapaci di proteggere la popolazione”. “Non ci si può fidare – ha detto – di persone che mistificano, che presentano le loro verità come veritiere. (…) I mediocri devono ‘sgomberare’”, permettendo a chi è capace di “governare il Paese”. L’arcivescovo di Kinshasa ha, infine, rimarcato l’importanza della libertà religiosa in uno stato di diritto, senza la quale è impossibile che fiorisca la pace. 

Ascolta l'intervista con il cardinale Monsengwo
04 gennaio 2018, 12:51