Cerca

Vatican News
Nell'arcidiocesi di Jakarta aperto l'anno della dignità umana Nell'arcidiocesi di Jakarta aperto l'anno della dignità umana   (AFP or licensors)

Jakarta: nuovo cammino pastorale, il 2022 anno della dignità umana

A spiegare il programma l’arcivescovo, il cardinale Suharyo, che invita i fedeli ad approfondire Dottrina sociale della Chiesa e a metterla in pratica creativamente

Tiziana Campisi – Città del Vaticano

L’arcidiocesi di Jakarta, in Indonesia, comincia un cammino pastorale di 5 anni all’insegna dello slogan “Amare, aiutare, essere testimone” e il 2022 sarà l’anno della dignità umana. Lo ha annunciato il cardinale Ignatius Suharyo Hardjoatmodjo, arcivescovo della capitale, che ha parlato dettagliatamente del nuovo programma pastorale, sabato scorso, riferisce Ucanews, durante la celebrazione eucaristica presieduta nella cattedrale di Santa Maria Assunta.

5 parole chiave.

“Vogliamo esplorare la dottrina sociale della Chiesa e trovare modi creativi per rendere concreta la nostra fede, in un modo più contestualizzato” ha spiegato il porporato precisando che, in tal senso, occorre concentrarsi su 5 punti, illustrati anche sul portale dell’arcidiocesi: rispettare la dignità umana, cercare il bene comune, prendersi cura dell’altro e ampliare la solidarietà, prestare maggiore attenzione ai più svantaggiati, proteggere il Creato come casa comune. “Questi punti sono collegati tra loro - ha aggiunto il cardinale Suharyo -. Per difendere la dignità umana occorre vivere il bene comune. Per realizzare tale bene comune occorre mantenere uno spirito di solidarietà. Nel difendere il bene comune ci sono sempre i più svantaggiati cui avere attenzione - ha proseguito -. E tutto ciò occorre farlo nell’impegno a preservare il Creato come casa comune”. Il porporato ha invitato i fedeli a pregare per l’arcidiocesi, che conta 67 parrocchie, e a mostrare, nei prossimi 12 mesi, il volto amorevole di Dio che ha cura degli uomini e della sua creazione.

12 gennaio 2022, 11:47