Cerca

Vatican News
Grido della Terra, grido dei poveri Grido della Terra, grido dei poveri 

Vescovi australiani: il grido della Terra è il grido dei poveri

Iniziativa dei vescovi dell’Australia per la sostenibilità e la tutela dell’ambiente secondo gli insegnamenti dell’Enciclica di Papa Francesco “Laudato Si’”

Roberta Barbi – Città del Vaticano

Un impegno storico verso una Chiesa più sostenibile è quello appena preso dai vescovi australiani che hanno diffuso oggi la consueta Dichiarazione annuale in tema di giustizia sociale che nel 2021 porta il titolo “Grido della Terra, grido dei poveri”. Un viaggio di sette anni verso sette obiettivi elencati dalla Laudato Si’, dunque, è ciò che si prefiggono i membri della Conferenza episcopale australiana.

Una crisi ecologica da affrontare con urgenza

Le motivazioni le spiega immediatamente il presidente della Commissione episcopale per la Giustizia sociale, missione e servizio, monsignor Vincent Long: "Stiamo affrontando una crisi ecologica e Papa Francesco vuole che tutta la Chiesa a livello globale agisca con un maggiore senso di urgenza - ha detto -. In Australia, persone appassionate, istituti religiosi, scuole e organizzazioni lavorano da molto tempo sulle questioni ecologiche. Voglio ringraziarli tutti - ha proseguito - ed esortare l'intera comunità cattolica a unirsi a loro". Il presule ha poi sottolineato che "gli aborigeni e gli abitanti delle isole dello Stretto di Torres si prendono cura dell’ambiente da tempo immemorabile. Il resto di noi ha bisogno di ascoltare, e di imparare come possiamo camminare insieme per prenderci cura dell'intera Creazione, compreso l'altro, il fratello".

Scoprire l'orma di Dio nella Creazione

In base al contenuto della Dichiarazione, gli obiettivi della Laudato Si' da perseguire "mirano a mettere in pratica l'Enciclica di Papa Francesco del 2015, rendendo le comunità di tutto il mondo sostenibili nello spirito dell'ecologia integrale".  I vescovi invitano, dunque, i cattolici a "scoprire la sacramentalità della Creazione", nel riconoscere la presenza divina nel mondo, e a rispondere con meraviglia e stupore; chiedono una "profonda conversione espressa in un nuovo modo di vivere, sia personale che collettivo. Siamo chiamati a un nuovo modo di pensare, sentire, capire e vivere", sostengono i presuli nella Dichiarazione. “La mia speranza è che ‘Grido della Terra, grido dei poveri’ incoraggi risposte cristiane sempre più profonde ed efficaci alle urgenti grida della Terra e dei poveri", ha concluso monsignor Long.

Giustizia, ecologia, pace

La Dichiarazione esorta le famiglie, le scuole, le parrocchie, le diocesi e le organizzazioni a unirsi ai vescovi nel firmare la Piattaforma d'Azione Laudato Si'. Si tratta di un'iniziativa del Dicastero vaticano per la Promozione dello Sviluppo Umano Integrale, che raccoglierà idee di azione da tutto il mondo per aiutare i partecipanti nel loro cammino. L'Ufficio per la Giustizia sociale della Conferenza episcopale è stato coinvolto nello sviluppo della Piattaforma: a questo proposito, il presidente Long ha anche annunciato il nuovo nome per l'agenzia, ossia Ufficio per la Giustizia, l'Ecologia e la Pace, perché "la giustizia sociale, l'ecologia e la pace sono inseparabili".

05 agosto 2021, 14:25