Cerca

Vatican News
L'Europa al centro della riflessione della Comece L'Europa al centro della riflessione della Comece 

La Plenaria della Comece in modalità virtuale

Si conclude oggi la riunione della Commissione delle conferenze episcopali della Comunità Europea a 40 anni dalla sua istituzione. A guidare la riflessione le parole di Papa Francesco sul Vecchio Continente

Isabella Piro – Città del Vaticano

La Comece (Commissione delle conferenze episcopali della Comunità Europea) celebra i suoi 40 anni di istituzione e lo fa con un’Assemblea Plenaria in programma fino ad oggi. A causa della pandemia da Covid-19, l’evento è esclusivamente in modalità digitale, con la partecipazione del cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato. Ed è proprio al porporato che Papa Francesco aveva fatto pervenire una Lettera in cui affermava: "Sogno un'Europa che sia una famiglia e una comunità, un'Europa che sia amica della persona e delle persone, un'Europa che sia solidale e generosa. Europa, ritrova te stessa! Sii te stessa". 

I lavori della Plenaria sono partiti dunque da questa esortazione del Pontefice per “riscoprire il cammino di fraternità che ha ispirato e guidato i fondatori dell'Europa moderna”, spiega una nota. Il documento del Pontefice, ha sottolineato il cardinale Jean-Claude Hollerich, presidente della Comece, sono "un incoraggiamento a continuare a lavorare in dialogo con le istituzioni dell'Unione Europea per costruire un mondo migliore, che rifletta i sogni di pace e di bene comune".

Il focus sul coronavirus

L’agenda dei lavori prevede la riflessione su “alcune delle sfide più pressanti dell’Ue”, tra cui “l'assistenza sociale ed economica ai membri più vulnerabili delle nostre società, le politiche di migrazione e di asilo e lo sviluppo umano sostenibile”. In programma anche la discussione sul “contributo della Chiesa cattolica a una rapida ripresa dalla pandemia di Covid-19, che sia equa per tutti e si basi sulla giustizia ecologica, sociale e contributiva” e sul “ruolo della Chiesa nell'Ue, anche alla luce dell’appello di Papa Francesco per una sana laicità, dove chi è credente sia libero di professare pubblicamente la fede e di proporre il proprio punto di vista nella società". Infine, la Comece informa che, a causa delle misure sanitarie vigenti, la Messa per l'Europa prevista a Bruxelles durante l’Assemblea è stata annullata, così come è stato cancellato l’incontro con Margaritis Schinas, vicepresidente della Commissione europea, risultato positivo al Covid-19 ed a cui i vescovi europei augurano una pronta guarigione.

29 ottobre 2020, 08:00