Cerca

Vatican News
MALAWI MALAWI  (AFP or licensors)

Malawi, profanata un'altra parrocchia

Si tratta del terzo grave attacco alle istituzioni cattoliche in due mesi; prima la parrocchia cattolica di San Patrizio nell'arcidiocesi di Lilongwe; poi la parrocchia di Kankao nella diocesi di Mangochi e ora, nella stessa diocesi, l'assalto alla parrocchia di Nsanama

Tiziana Campisi- Città del Vaticano

Un’altra parrocchia presa di mira da malviventi nel Malawi. Ad appena un mese dalla profanazione della parrocchia di Kankao, nella diocesi di Mangochi, lo scorso 7 ottobre uomini armati hanno fatto irruzione nella parrocchia di Nsanama, nel distretto di Machinga, nella stessa diocesi, e hanno rubato l’Eucaristia, contanti, un laptop e telefoni cellulari. A riferirlo è il parroco, padre Matthew Likambale. I ladri hanno attaccato il Convento delle Suore Canossiane impegnate in parrocchia nell’opera educativa e pastorale per bambini. Hanno picchiato e immobilizzato il custode, hanno profanato la chiesa e derubato il possibile, quindi hanno chiesto alle religiose dove si trovasse il parroco.

Turbato dalla notizia, riferiscono i media locali, il vescovo della diocesi di Mangochi, monsignor Montfort Stima, ha dichiarato: “È una questione di sicurezza che è nelle mani del governo, attraverso la polizia. Ci aspettiamo che il governo faccia tutto il possibile per proteggere i cittadini del Malawi, compresa la Chiesa cattolica”. Il presule ha anche lanciato un appello perché tutti collaborino per far fronte a tali attacchi. L’attacco alla parrocchia di Nsanama è il terzo in due mesi ad una istituzione cattolica, dopo quello alla parrocchia di San Patrizio, nell’arcidiocesi di Lilongwe e alla parrocchia di Kanka.

14 ottobre 2020, 08:00