Cerca

Vatican News
Manila Manila  (AFP or licensors)

Filippine, bilancio nazionale 2021 aumenta l'esclusione sociale

I poveri sono dimenticati e rischiano di morire senza un'assistenza sanitaria adeguata. L'allarme viene dalla Chiesa delle Filippine di fronte ai bilanci e alla destinazione dei fondi governativi 2021

Anna Poce - Città del Vaticano 

Il Church People-Solidarity Group, un'organizzazione composta da ecclesiastici e fedeli che si batte per la tutela dei diritti dei lavoratori, ha accusato – si legge su UCA news - i legislatori filippini di aver promosso l'esclusione sociale, ignorando i settori più poveri della società, e quelli della sanità e del lavoro, nel loro budget economico 2021, non stanziando per loro fondi sufficienti rispetto a quanto necessario in questo tempo di pandemia.

Più spazio a infrastrutture e meno a sanità e economia

Il gruppo, in un comunicato, ha dichiarato che "il bilancio approvato dal Congresso non riesce a soddisfare le esigenze di coloro che sono colpiti dalla pandemia di coronavirus, specialmente dei lavoratori”. Ben poco, infatti, è stato riservato al loro miglioramento sociale e ai poveri. “Una grossa fetta del budget è stata destinata alle infrastrutture”, si legge sul comunicato, problema certamente non prioritario in questa emergenza sanitaria ed economica causata dal Covid-19.

I poveri destinati a morire senza tutele sanitarie

Monsignor Gerardo Alminaza, presidente del Gruppo cattolico, ha ribadito ai media che il governo non ha considerato la situazione dei poveri e che "il bilancio nazionale 2021 aumenta l'esclusione sociale”. Gli indigenti, infatti, non potendo permettersi di andare in ospedale o di fare tamponi, “per mancanza di fondi nel settore sanitario", saranno destinati a morire. "Il bilancio del 2021 – ha spiegato - non garantisce l'assistenza sanitaria, soprattutto ai più poveri tra i poveri e a coloro che sono stati duramente colpiti dalla pandemia di Covid-19”. Le misure sanitarie per arginare la diffusione del coronavirus non sono state una priorità per questa amministrazione e solo una piccola parte di fondi è stata destinata al settore del lavoro. I legislatori hanno stanziato 100 milioni di dollari sia per la protezione sociale e sanitaria che per le micro e piccole imprese. Le infrastrutture e l'esercito hanno, invece, ottenuto cifre enormi: 22,91 miliardi di dollari e 15,42 miliardi di dollari.

Serve una modifica al Bilancio

Il presule, sottolineando come i poveri abbiano bisogno non solo di carità, ma anche di giustizia, ha esortato i legislatori a considerare una modifica al bilancio “per dare priorità ai bisogni più urgenti della popolazione” nella peggiore crisi sanitaria e nel peggior declino economico della storia del Paese.

23 ottobre 2020, 10:40