Cerca

Vatican News

Paraguay: vescovi e governo fanno il punto sull’emergenza coronavirus

Incontro della presidenza della Conferenza episcopale paraguaiana con il governo sulla pandemia

Anna Poce – Città del Vaticano

Un’occasione per discutere lo stato di avanzamento del lavoro svolto per prevenire la diffusione del coronavirus in Paraguay e il protocollo applicato dalla Chiesa nell'ambito della fase tre della “quarantena intelligente”. È questa la finalità che ha scandito l'incontro ieri mattina, ad Asunción presso il Seminario metropolitano, tra la presidenza della Conferenza episcopale del Paraguay - composta da monsignor Adalberto Martínez, monsignor Amancio Benítez, monsignor Pierre Jubinville, padre Rodolfo Acosta - e i rappresentanti del governo nazionale.

In Paraguay scattata una nuova fase

La fase tre della quarantena ha avuto inizio lunedì 15 giugno e prevede un'apertura graduale delle attività, monitorata e valutata ogni 21 giorni, con la possibilità, se necessario, di tornare indietro. Nel corso dell'incontro, i presuli e il governo hanno valutato la strategia attuata dal Ministero della Salute. L’obiettivo resta quello di mitigare l'impatto del Covid-19 sui diversi settori della società. I protocolli stabiliti e in particolare nella Chiesa - è stato precisato - continueranno ad essere elaborati e valutati man mano che le fasi verranno superate.

17 giugno 2020, 14:40