Cerca

Vatican News

Olanda, colletta ecumenica per affrontare la pandemia

La chiusura dei luoghi di culto a causa del Coronavirus ha comportato sforzi di creatività e un notevole dispendio energie e risorse economiche anche per le Chiese olandesi che il 5 giugno hanno lanciato una nuova raccolta straordinaria, la "Extra Actie Kerkbalansdal", all'insegna del motto "Guardarsi l'un l'altro"

Lisa Zengarini - Vatican News

Il 5 giugno scorso, le quattro Chiese che partecipano all’“Actie Kerkbalans”, la campagna ecumenica organizzata ogni anno tra gennaio e febbraio per sostenere le proprie attività, hanno lanciato una nuova raccolta straordinaria, la "Extra Actie Kerkbalansdal".

I fondi raccolti serviranno ad aiutare le Chiese cristiane olandesi (quella cattolica, vecchio-cattolica, riformata ed evangelica) a portare avanti le loro attività pastorali e caritative a favore dei più vulnerabili in questo momento difficile segnato dalla pandemia e dai disagi dovuti al lock down.

Ogni chiesa riceverà un kit comunicativo con messaggi promozionali da inserire sui propri siti web, riviste religiose, social media e nelle celebrazioni on-line. “La nostra speranza - spiega Anna Kruse, portavoce della Conferenza episcopale olandese - è che i fedeli contribuiscano generosamente in modo che, nella nuova ‘società del metro e mezzo’, le nostre comunità ecclesiali possano continuare a fare ciò che fanno meglio: prendersi cura gli uni degli altri".

Monsignor Hans van den Hende, vescovo di Breda e presidente dei vescovi olandesi, sottolinea dal sito della Conferenza episcopale il senso solidale ed ecumenico dell'iniziativa: “Mentre contribuiamo alla vita della Chiesa con la nostra fede e i talenti di cui disponiamo, la nostra vocazione è anche condividere le nostre risorse finanziarie. La campagna Actie Kerkbalans - conclude - ci invita a farlo. Solo insieme possiamo svolgere il lavoro della Chiesa con il potere dello Spirito Santo”. 

07 giugno 2020, 09:15