Cerca

Vatican News
Una suora protetta da una mascherina a Bratislava Una suora protetta da una mascherina a Bratislava  (AFP or licensors)

Slovacchia: suore all’ascolto telefonico degli isolati per coronavirus

Sono quattro le congregazioni di religiose che forniscono questo servizio attraverso una linea gratuita

Tiziana Campisi - Città del Vaticano

Una linea telefonica gratuita dedicata all’ascolto delle persone sole che nell’emergenza coronavirus vivono nello sconforto e avvertono di più l’isolamento. A gestirla, in Slovacchia, sono le religiose di quattro congregazioni che dal 31 marzo scorso hanno iniziato, con la collaborazione di Telekom, un servizio di supporto psicologico offrendo sostegno morale. Salesiane, orsoline, suore della Societas Sororum Socialium e scolastiche di San Francesco, riferisce il portale Vita consacrata, sono disponibili dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 al numero telefonico 0800 188 610. “Molti anziani e giovani si sentono soli – spiega suor Monika Skalová, salesiana –. Sì, ci sono diverse linee telefoniche di aiuto, linee di emergenza e così via. Ma questo è un servizio straordinario e volontario offerto da noi religiose. Con noi possono parlare quanti si sentono soli e hanno bisogno di incoraggiamento spirituale”.

Rispondere come Chiesa ai bisogni della società

Quest’anno, in Slovacchia consacrati e consacrate commemorano il 70mo anniversario della chiusura dei monasteri maschili e femminili da parte del regime totalitario che, attraverso la liquidazione degli ordini religiosi voleva eliminare ogni testimonianza visibile di pratiche religiose. La linea telefonica pensata per i più soli vuole essere una forma di “celebrazione” di tale ricorrenza, per offrire aiuto alle persone che ne hanno bisogno, soprattutto in questo momento in cui contro il coronavirus deve vincere la solidarietà. L’obiettivo degli ordini religiosi, in Slovacchia è quello di essere aperti alla cooperazione e di rispondere, come Chiesa, ai bisogni della società. Molte comunità religiose femminili, nel Paese, sono disponibili per lo shopping agli anziani, nell’oratorio online per giovani, nella confezione di mascherine e nell’assistenza in varie strutture sanitarie o negli ospizi.

03 aprile 2020, 15:59