Cerca

Vatican News
Karachi, misure di sanificazione Karachi,misure di sanificazione   (AFP or licensors)

Pakistan: musulmani e cristiani uniti per aiutare i bisognosi

Un esempio di armonia interreligiosa. Succede a Karachi dove insieme si lavora ad un campo in cui distribuire cibo per chi ha fame

Anna Poce - Città del Vaticano

Padre Saleh Diego, vicario generale dell'arcidiocesi di Karachi, il 16 aprile, ha concesso il permesso, a nome del cardinale Joseph Coutts, al Jafaria Disaster Management Cell (JDC), ente di beneficenza musulmano, di istituire un campo per la raccolta e la distribuzione di cibo nel complesso della cattedrale di San Patrizio, durante la pandemia di coronavirus, riporta UCA News.

Padre Diego ha consentito all’organizzazione no-profit musulmana di venire ad allestire il campo nell’area della cattedrale e di lavorare insieme per distribuire cibo alle persone bisognose. Il sacerdote si è detto impressionato per il numero di volontari cristiani che hanno aderito alle operazioni di soccorso fornite senza alcuna discriminazione religiosa.

“Sono grato a Zafar Abbas - ha detto il sacerdote - e a tutti i volontari del JDC che lavorano 24 ore su 24 per dare cibo ai nostri fratelli, sorelle e bambini in quest'ora di difficoltà".

Il responsabile della JDC, Zafar Abbas, a sua volta, ha ringraziato il cardinale Coutts e la Chiesa cattolica per il sostegno dimostrato nell’allestimento del campo e per questo grande esempio di armonia interreligiosa, ricordando come il porporato sia sempre stato presente nella loro comunità con l’invio di doni e di generi alimentari durante il mese santo del Ramadan. “Apprezziamo molto il suo gesto" ha affermato Abbas.

Al 17 aprile, il Pakistan ha registrato 7.025 casi di Covid-19 e 135 morti.

18 aprile 2020, 13:47