Cerca

Vatican News
Caracas Caracas 

Chiesa del Venezuela: patto educativo per la ricostruzione del tessuto sociale

Il ruolo che l'educazione gioca nel rilanciare l'impegno con e da parte delle giovani generazioni è stato il tema di un incontro del Dipartimento dell'Educazione della Conferenza episcopale venezuelana

Alina Tufani – Città del Vaticano

Un'educazione più aperta e inclusiva è l'impegno che la pastorale educativa e universitaria ha assunto per realizzare quella Ricostruzione del Patto Educativo a cui Papa Francesco ha esortato a orientare il futuro dell'umanità. Un patto educativo che per la Chiesa venezuelana deve anche contribuire a ricostruire il tessuto sociale che è stato duramente colpito dalla crisi socio-politica ed economica che il Paese sta vivendo. Durante l'incontro, la direttrice del Dipartimento dell'Educazione, Carmen Amelia Reyes ha sottolineato le parole di Papa Francesco: "Ogni cambiamento ha bisogno di un percorso educativo, non possiamo fare un cambiamento senza educare per quel percorso. In questo contesto, Reyes ha messo in guardia sulla necessità di unire gli sforzi per un'alleanza educativa che permetta di allargare lo spettro d'azione verso tutte le persone per superare i loro limiti e avanzare verso il bene comune.

Fase di ascolto di tutti gli attori coinvolti nel processo educativo venezuelano

All'incontro della pastorale educativa dell'episcopato hanno partecipato diverse organizzazioni, tra cui altre commissioni come quella  della pastorale indigena, le missioni, i laici, la cultura e la famiglia. All'evento hanno partecipato anche organizzazioni laiche ed ecclesiastiche impegnate nell'educazione. In un comunicato emesso al termine della riunione, è stato affermato che queste organizzazioni e dipartimenti sono nella posizione migliore per lavorare insieme come parte della ricostruzione del Patto per l'Educazione in Venezuela, che consiste in una prima fase di ascolto di tutti gli attori coinvolti nel processo educativo venezuelano, dai genitori, insegnanti e studenti, al settore economico e finanziario, ai partiti politici, al governo nazionale e ai media, tra gli altri.

Il sistema educativo è peggiorato a causa della crisi economica e sociale del Paese

Secondo i dati della Fondazione Redes Venezuela, nei 23 stati del Paese, il tasso di abbandono della scuola secondaria è superiore al 75%; quasi il 45% degli insegnanti ha abbandonato l'istruzione pubblica e il 60% quella privata. Gli educatori hanno protestato contro i bassi salari, la mancanza di condizioni minime per l'esercizio della professione, il mancato rispetto delle esigenze sociali, ma anche contro la malnutrizione degli studenti, l'abbandono scolastico e, in generale, le carenze dei trasporti pubblici, gli alti tassi di insicurezza e gli alti costi della vita.

È compito della Chiesa contribuire alla creazione di una società umana migliore

"Come società siamo chiamati a svolgere un ruolo importante nel sistema educativo", afferma la nota del Dipartimento dell'Educazione dell'episcopato in cui ringrazia le persone e le istituzioni che credono e scommettono su quel cambiamento educativo di cui il Paese ha bisogno.  "È compito della Chiesa – conclude la nota - contribuire alla creazione di una società umana migliore e, per questo motivo, incoraggiamo tutti a comprendere che l'educazione è compito di tutti, in base al ruolo che svolgono nella società".  

06 febbraio 2020, 10:48