Cerca

Vatican News
Mons. Ginami con i contadini vietnamiti Mons. Ginami con i contadini vietnamiti 

Vietnam: i volti di speranza della Fondazione Santina onlus

In viaggio nei villaggi del Vietnam del Nord per capire il valore di una strada e di un tetto. Inaugurato a giugno un acquedotto dalla Fondazione presieduta da mons. Ginami

Luca Collodi – Città del Vaticano

La Fondazione Santina Onlus ha realizzato una nuova opera di solidarietà in Vietnam del Nord. Si tratta di un acquedotto alimentato da una pompa d’acqua in un villaggio nella parrocchia di Dong Gianh, nel distretto montuoso di Lac Thuy della provincia di Hoa Binh. “Un’opera di fede, spiega il presidente della Fondazione mons. Luigi Ginami, che testimonia l’avvicinarsi ad un popolo sofferente e che aiuta a capire il mistero di un Dio misericordioso spesso celato in luoghi nascosti”.

Fondazione Santina in Vietnam

“Ho vissuto dieci giorni da vietnamita, dormendo 5 notti su un pavimento e le altre sul tavolo di legno che qui sostituisce il letto, ho mangiato con i bastoncini, usato le loro latrine, respirato la loro polvere e la loro miseria in un caldo umido infernale. Ma al termine di questi giorni con infinita stanchezza scrivo seduto su di una poltroncina in aeroporto le impressioni dell’incontro con il villaggio di Ke Nhao e le sue sterminate risaie stese sul dorso delle colline e disposte a grandi terrazze in un panorama da sogno”.

La risaia

“Questa riflessione, racconta mons. Luigi Ginami a Radio Vaticana Italia, viene da quelle risaie piene di fango di caldo e di sudore, piene di bambini, giovani adulti e anziani, da quelle risaie piene di lavoro ma che sono per me un laboratorio di alta umanità. Prima di tutto quello che soffoca è il calore che emanano le acque stagnanti. Sotto il calore del sole a quaranta gradi l’ acqua diventa calda e produce calore, una sorta di bagno turco”. “I vestiti si bagnano e ogni sforzo che compi è il doppio di quello che fai ad una condizione normale. Loro sono li con la schiena piegata dalle sette del mattino alle sette di sera: non sanno leggere nè scrivere e sui loro volti bagnati dal sudore vedi la fatica, la fatica fisica di un lavoro che ti logora. La fatica vera autentica quello che sfibra il corpo noi non la conosciamo, la diciamo inumana, andiamo in palestra per fare fatica. Qui la fatica è la regina!”

Un ponte sul fiume Mekong

L’anno scorso la Fondazione Santina inaugurò un piccolo ponte sul delta del Mekong, per collegare un villaggio isolato alla Chiesa e alle strade statali. “Un ponticello, spiega mons. Luigi Ginami, finanziato per 15mila dollari da una famiglia di benefattori della provincia di Bergamo”. È la seconda opera di solidarietà realizzata dalla Fondazione Santina Onlus in Vietnam. La prima era stata la ristrutturazione di un orfanotrofio in Vietnam del Nord, a Xuy Xa, nel settembre 2016.

Ascolta l'intervista a mons. Ginami

 

 

17 luglio 2019, 12:49