Cerca

Vatican News

Sri Lanka: dopo le stragi di Pasqua riapre il santuario di sant’Antonio

Con una benedizione ieri sera e una Messa stamattina, ha riaperto al pubblico il santuario di sant’Antonio a Kochchikade A Colombo, una delle tre chiese devastate dagli attentati di Pasqua che hanno causato 257 morti. Il card. Ranjith:“Sono già santi”

Le cerimonie sono state segnate dalla gioia dei fedeli, che sono rientrate nel luogo di culto dopo quasi due mesi, e dal dolore per il ricordo delle vittime, che in questo santuario sono state 54. Il card. Malcolm Ranjith, arcivescovo di Colombo, ha presieduto entrambe le celebrazioni. Egli ha detto: “Coloro che sono morti negli attacchi sono dei santi. Li ricorderemo ogni giorno. Non ci dimenticheremo neppure dei loro cari. Ogni centesimo raccolto sarà speso per il benessere di queste famiglie”. Nella benedizione di ieri sera, il card. Ranjith ha affermato: “Non c’è niente che abbia più valore della vita umana. Perciò nessuno ha il diritto di strappare la vita di un altro. Rifiutiamo in maniera categorica l’uso della vita umana per raggiungere scopi politici. Non c’è posto in Paradiso per gli attentatori”.

Il santuario è stato restaurato dalla Marina militare

Il lavoro di restauro del santuario – riporta l’Agenzia AsiaNews - è stato curato dai militari della Marina, che hanno transennato e messo in sicurezza la struttura danneggiata dai detriti della bomba. Da oggi la chiesa osserverà i seguenti orari d’apertura: dalle 6 di mattina alle 20 di sera.

Le minacce del radicalismo islamico ignorate a scopo elettorale

Le stragi del 21 aprile in tre chiese e tre hotel di lusso della capitale hanno provocato una carneficina: 257 morti accertati e oltre 600 feriti. Lo Stato islamico ha rivendicato le stragi, ma il governo ritiene che la responsabilità sia del gruppo locale National Thowheed Jamath. Inoltre in seguito sono affiorate pesanti connivenze del governo nei confronti del radicalismo islamico, presente sull’isola da anni ma per lo più ignorato a scopo elettorale. (Melani Manel Perera – AsiaNews)

 

13 giugno 2019, 13:45