Cerca

Vatican News
La Fiaccola per la Pace per la 41.ma edizione del Pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto La Fiaccola per la Pace per la 41.ma edizione del Pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto 

Al via il Pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto

Nato nel 1978, per iniziativa di don Giancarlo Vecerrica, oggi vescovo emerito di Fabriano e Matelica, il Pellegrinaggio giunto alle 41.ma edizione è un’occasione di ringraziamento alla Madonna. Il Pellegrinaggio si ripete ogni anno alla fine della scuola, attirando per questo molti giovanissimi

Matteo Petri – Città del Vaticano

Per la 41esima volta giovani, giovanissimi e anziani si metteranno in cammino stanotte dallo stadio Helvia Recina di Macerata fino alla cittadina di Loreto: un concreto atto di fede dedicato alla Madonna, per ringraziarla per tutte le sue opere in favore di tutti i pellegrini.

La genesi del Pellegrinaggio

Sacerdote dal 1965, oggi vescovo emerito di Fabriano e Matelica, mons. Giancarlo Vecerrica era un insegnante di religione del Liceo Classico di Macerata quando 41 anni fa ideò il primo Pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto. Da allora insieme a studenti, giovani e meno giovani si ripete questo gesto di fede, di sacrificio ma anche di ringraziamento alla Madonna a conclusione dell’anno scolastico.

25 podisti hanno ricevuto dal Papa la Fiaccola della Pace

Il Pellegrinaggio partirà dallo stadio Helvia Recina di Macerata questa sera. Il servizio d'ordine dell’associazione impegnerà più di 350 volontari per accogliere ed indirizzare i pellegrini. Prima della Messa di benedizione faranno il loro ingresso allo stadio i 25 podisti che mercoledì scorso, in piazza San Pietro, al termine dell'udienza generale, hanno ricevuto da Papa Francesco la Fiaccola della Pace e sono passati poi per Vitorchiano, Terni, Assisi e le zone terremotate di Camerino e San Severino Marche. Saranno 35 invece le persone impegnate tra accompagnatori, speaker e podisti di varie società sportive, provenienti da tutto il Centro Italia. Si attendono in tutto circa 90mila partecipanti al Pellegrinaggio. Cento organizzatori li accoglieranno per una breve sosta di ristoro con dolci e bevande calde all'alba di domani mattina a Loreto. Sono circa 200 i pullman iscritti carichi di pellegrini pronti a mettersi in marcia ma se ne attendono anche di più. I partecipanti arriveranno infatti da tutt’Italia: Marche, Lombardia, Veneto, Toscana, Emilia Romagna, Puglia e Abruzzo.

Paolo Cesanelli, pellegrino fin dal 1979 spiega qual è il significato di questo evento:

Ascolta l'intervista a Paolo Cesanelli

R. - Il pellegrinaggio è un’esperienza di fede, un’occasione per ringraziare la Madonna per tutto quello che fa ai pellegrini, alle persone, ai giovani e agli anziani.

Com’è cambiato nel corso del tempo questo pellegrinaggio?

R. – Il pellegrinaggio era una tradizione della provincia di Macerata: i ragazzi, alla fine dell’anno scolastico, facevano il pellegrinaggio per ringraziare la Madonna dell’anno scolastico. Man mano poi è cresciuto sempre di più fino agli 80-90mila pellegrini attuali. E quindi è diventata un’occasione di fede di tutto il popolo: non solo italiano ma vengono anche persone dall'estero.

Che età hanno i pellegrini?

R. – Partiamo dai 14 anni, ma ci sono anche bambini più piccoli, fino ad arrivare agli 85-87 anni. Nel gruppo podistico della fiaccola ci sono tutte le età: ci sono podisti di 18-19 anni e anche ultracinquantenni.

In quanto tempo si svolge questo pellegrinaggio e come funziona?

R. – Il pellegrinaggio si svolge in genere nella notte tra sabato e domenica del primo fine settimana di giugno, quello che coincide con la fine dell’anno scolastico. La Fiaccola per la Pace, che introduce il pellegrinaggio, parte il mercoledì da Piazza San Pietro con la benedizione del Santo Padre e di corsa arriva allo stadio sabato. Fa varie tappe: quest’anno il monastero delle Trappiste a Vitorchiano, Assisi, e poi le zone terremotate marchigiane: Camerino, San Severino, Osimo, dove c’è la Basilica di San Giuseppe da Copertino, patrono degli studenti. E poi infine allo stadio dove sarà accolta da tutti i pellegrini in partenza.
 

08 giugno 2019, 08:30