Cerca

Vatican News
Cristiani pakistani in preghiera Cristiani pakistani in preghiera 

Vescovi Pakistan: crescono le violenze contro minoranze religiose

Troppa violenza e poca protezione dal governo: è la forte preoccupazione espressa dalla Commissione Giustizia e Pace della Conferenza episcopale del paese asiatico

Gabriella Ceraso - Città del Vaticano

Un aumento allarmante di episodi di violenza contro le minoranze religiose. da qui nasce la preoccupazione dei vescovi del Pakistan che guardano alla cronaca delle ultime settimane. In un comunicato pervenuto all'Agenzia Fides i presuli evidenziano l'intollerabilità degli attacchi e la necessità dell'intervento dello Stato a garanzia della sicurezza e della protezione dei cittadini: "Condanniamo fermamente le aggressioni alle minoranze a causa della loro fede", scrive la Commissione nazionale “Giustizia e Pace” (NCJP), parte della Conferenza episcopale cattolica del Pakistan .

Agli ultimi gioni risalgono sia la profanazione di croci sulle tombe inel villaggio cristiano  di Antonioabad, vicino alla città di Okara, sia la morte di un giovane cristiano di 36 anni, che voleva cambiare lavoro e che per questo è stato ucciso dal suo datore di lavoro musulmano nel villaggio Chak 7 vicino a Faisalabad. Ancora prima il 27 maggio 2019 un medico indù, Ramesh Kumar, è stato accusato di presunta blasfemia dopo che un uomo sosteneva di aver fornito medicine avvolte in carta che, a suo dire, “aveva stampati versetti del Corano”. Il medico è stato preso in custodia dalla polizia perché non fosse linciato dalla folla.

Cosa fare dunque? Secondo la Commissione dei vescovi, alle istituzioni spetta il dovere di "adottare immediatamente misure affermative per garantire la sicurezza delle minoranze ai sensi dell'articolo 36 della Costituzione del Pakistan". “Il governo - si legge ancora nel Comunicato - deve garantire che gli autori di queste violazioni siano assicurati alla giustizia e applicare la sentenza della Corte Suprema del 2014 in cui si ordina all’esecutivo di promuovere e proteggere i diritti legittimi delle minoranze religiose”. 

29 maggio 2019, 11:28