Cerca

Vatican News
Chiara Amirante, fondatrice Nuovi Orizzonti Chiara Amirante, fondatrice Nuovi Orizzonti 

La guarigione del cuore: nuovo libro di Chiara Amirante

A 25 anni dalla nascita della comunità Nuovi Orizzonti, la fondatrice indica la strada per riconoscere e curare le ferite dell’anima ed aprirsi alla trascendenza di Dio

Federico Piana – Città del Vaticano

Il nuovo libro di Chiara Amirante è una boccata di ossigeno puro. Con “La guarigione del cuore. Spiritherapy: l’arte di amare e la conoscenza di sé” edito da Piemme, la fondatrice della comunità Nuovi Orizzonti prende per mano il lettore e lo conduce alla scoperta delle proprie ferite, dei bisogni più profondi della sua anima, delle potenzialità del proprio io ed indica la strada per superare le umane fragilità riconoscendo le trappole “che impediscono di sperimentare la gioia piena che scaturisce dal donare e ricevere amore”.

Un libro sintesi di 25 anni di attività

All’inizio di questa intervista, Chiara Amirante racconta la genesi del libro, pubblicato nel venticinquesimo anniversario di fondazione della sua comunità. Sembra un ‘parto’ quasi scontato, naturale, che segue il suo impegno decennale in corsi sull’arte di amare e sulla ‘terapia dello spirito. “Ho cercato – racconta- di sintetizzare il percorso compiuto in questi anni con migliaia di persone, giovani e meno giovani, accolti in comunità. Ma anche con tanti uomini e donne apparentemente di successo malati però nell’anima. In tutti loro ho cercato di individuare gli atteggiamenti non sani, le ferite del cuore che ci impediscono di sperimentare quella pienezza dell’amore che siamo chiamati a vivere e che rappresenta la fonte della felicità”. Il libro indica la ricetta per curarle, per spargere sopra di esse il balsamo della carità e della comprensione. Cosa non da poco, da non sottovalutare.

Cos’è la ‘spirito-terapia’

Ma in cosa consiste la ‘spirito-terapia? Nel concreto come funziona? Chiara Amirante sorride: sa perfettamente che non può bastare una risposta secca per rispondere. La terapia dello spirito è un percorso lungo, fatto soprattutto di incontri, di sguardi. “Nel libro cerco di individuare soprattutto alcuni elementi che ci impediscono di esprimere le potenzialità presenti nel nostro spirito e che restano inespresse. Noi siamo immagine e somiglianza di Dio che è amore; abbiamo in noi quella scintilla divina che se solo la scoprissimo potremmo avere una vita straordinaria. In sostanza, provo ad indicare il modo di riscoprire la nostra grandezza spirituale della quale tutti hanno conoscenza, i lacci che ci impediscono di amare veramente e individuo possibili vie d’uscita e di resurrezione”.

La solitudine, male del secolo

Il libro mette nel mirino uno dei nemici più insidiosi del secolo: la solitudine. “Ho scoperto che è il male che accomuna un numero sempre più crescente di persone” ammette Chiara Amirante. Un paradosso per la società moderna fondata sulla ‘comunicazione’. “Abbiamo mille amici su Facebook ed Instagram ma in realtà comunichiamo pochissimo. Sono relazioni virtuali che ci impongono di vivere con delle maschere e che ci fanno perdere noi stessi. Le relazioni diventano non più vere e la nostra anima riceve spesso ferite mortali e il cuore tende a chiudersi, a difendersi, per paura di aprirsi. E tutto ciò ci porta alla solitudine. Siamo collegati con mille persone ma in realtà siamo isolati”. Ma una via d’uscita c’è sempre, come racconta il suo nuovo libro.

Ascolta l'intervista a Chiara Amirante
14 marzo 2019, 14:26