Versione Beta

Cerca

Vatican News

Santa Monica esempio per le donne di oggi

Santa Monica, madre di Sant’Agostino, nelle difficoltà della vita, ha saputo perseverare nella fede imparando ad accogliere la volontà di Dio. La sua forza è stata la preghiera. In un tweet il Papa incoraggia le donne di oggi a seguirne l'esempio

Tiziana Campisi - Città del Vaticano

"Care mamme, come Santa Monica non vi scoraggiate mai, pregate instancabilmente per i vostri figli": è il tweet con il quale oggi Papa Francesco raccomanda di seguire l'esempio della madre di Sant'Agostino. Nel giorno in cui la Chiesa ne fa memoria, a sorpresa, il Pontefice questa mattina si è recato nella basilica di Sant'Agostino in Campo Marzio, per pregare davanti alla tomba della santa. 

Donna responsabile

Moglie e madre: Monica, donna del IV secolo, credente e fortemente cosciente del suo ruolo sociale, orienta tutta la sua vita sulla fede in Dio. Sogna per i figli un futuro florido, soprattutto per il primogenito Agostino che promette bene negli studi. Ma le cose non vanno come le aveva sperate. Monica impara allora ad affidarsi totalmente a Dio, a rispettare i suoi tempi, a non sostituirsi all’Altissimo nel suo ruolo di madre, e sperimenta una personale conversione.

Docile alla volontà di Dio

“Monica era una donna capace di dare vita, di rendere più umane le persone che aveva accanto a sé - spiega suor Elisabetta Tarchi, agostiniana della Santissima Annunziata, patrologa -. Ha guidato il marito verso la fede cristiana, ha accompagnato i figli nelle loro vicissitudini". Insomma Monica è il modello di una donna riuscita, ma non si può definire una santa da nicchia, ha cioè maturato la sua santità. Desiderando che Agostino aderisse al credo cattolico, più volte il suo intervento di madre è stato invadente. Ma guidata da Dio, anche attraverso incontri provvidenziali, Monica ha compreso che il suo atteggiamento doveva essere diverso, ha capito che la sua presenza accanto al figlio doveva essere discreta, che le sue preghiere sarebbero state esaudite, ma secondo i disegni di Dio. 

Le virtù di Monica

"Una madre credente è prima di tutto sorella nella fede del figlio – sottolinea suor Elisabetta –. Agostino è fiorito quando Monica ha smesso di essere una presenza eccessiva”. Dunque Monica insegna alle donne di oggi ad essere madri pazienti, capaci di attendere, con piena fiducia in Dio, che i figli maturino secondo tempi propri. E insegna ad essere mogli virtuose e a pregare incessantemente, senza stancarsi, perché Dio esaudisce oltre ogni aspettativa.

 

Aggiornato ore 13.30

27 agosto 2018, 08:00