Cerca

Vatican News

Mons. Konrad Krajewski: "Questa porpora è per i poveri"

Non ci sono ‘io’ in questa nomina, sono solo il braccio caritativo del Papa

Massimiliano Menichetti - Città del Vaticano

“Questa porpora è per i poveri e i volontari, io non ho alcun merito”. Così reagisce l’Elemosiniere Apostolico mons. Konrad Krajewski, alla notizia che a fine giugno sarà creato cardinale da Papa Francesco. “Una cosa inattesa, mai cercata” sottolinea più volte indicando come meritevoli invece i poveri e i volontari.  

R. – Anch’io l’ho saputo esattamente come lei … non riesco a dire nulla. Questa nomina non è per me, è per l’Elemosiniere. Io ho fatto soltanto quello che voleva fare il Santo Padre. Non è una cosa mia personale, ma dell’incarico che svolgo, che è il suo braccio caritativo. Non ci sono ‘io’ in questa nomina …

Questa porpora che va in qualche modo a tutte le persone che lei aiuta …

R. – Si e per tutti i volontari, va a tutti quelli che escono la sera … anche oggi, questa sera noi andremo all’Ostiense … non cambia niente, ma credo che sia un riconoscimento per loro perché … ecco, mi viene in mente questo: che i primi cardinali erano diaconi, quindi quelli che servivano i poveri, perché i diaconi sono per i poveri …

Quindi sarà una sfida ancora di più in questo senso?

Penso di sì; penso di sì … guardi, sono ancora così sconvolto … il Santo Padre non mi aveva detto niente, [questo annuncio] è arrivato così, a mezzogiorno …

20 maggio 2018, 14:36