Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Processione della Via Crucis a Medellin Processione della Via Crucis a Medellin  (ANSA)

Concluso il Congresso “Medellín: 50 anni dopo”

A Bogotà 25 teologi tra vescovi, cardinali e professori, si sono incontrati per celebrare la Conferenza del Celam che 50 anni fa ha segnato il cammino della Chiesa in America Latina. La riflessione su "una Chiesa autenticamente povera, missionaria e pasquale"

“Vogliamo riflettere sulla pastoralità come nota intrinseca del lavoro ecclesiale e teologico, e non come una semplice applicazione, pastorale o pratica, della teologia e della vita della Chiesa” così “cerchiamo di approfondire il dialogo tra le generazioni che hanno fondato la teologia nell’Ispano-America, con altre intermedie ed emergenti, al fine di contribuire a una migliore comprensione del processo di riforme guidato da Papa Francesco": lo affermano in una nota ricevuta dall’Agenzia Fides, i Coordinatori del Progetto Ispanoamericano di teologia nell'ambito della celebrazione per il 50° anniversario della Conferenza Episcopale Latinoamericana (Celam) svoltasi a Medellín. Conferenza che ha segnato la vita e ha indicato la strada per la quale la Chiesa del continente ha camminato fino ad oggi.

Opzione per i poveri. Chiesa sia missionaria

Circa 25 teologi tra Vescovi, Cardinali e professori, si sono incontrati dal 3 al 5 aprile alla Pontificia Universidad Javeriana di Bogotá, in Colombia, insieme all'intera comunità universitaria, per celebrare il Congresso Internazionale "Medellín: 50 anni dopo", in cui hanno riflettuto, tra gli altri temi, sulla sua "attuale validità", sulla "opzione per i poveri e la povertà" e sul "volto di una Chiesa autenticamente povera, missionaria e pasquale". L’apertura del Congresso, organizzata dalla Facoltà di teologia della Javeriana e dalla Scuola di Teologia e Ministero del Boston College, è stata a cura del Card. Baltazar E. Porras Cardozo, Arcivescovo di Mérida, mentre Mons. Raúl Biord Castillo, Vescovo di La Guaira e Vicepresidente della Conferenza episcopale venezuelana, ha presentato il tema "Evangelizzazione e promozione umana a Medellin".

Rinnovamento ecclesiale

Già nel febbraio 2017 la Scuola di Teologia e Ministero aveva tenuto il primo Incontro Ispanoamericano di Teologia in cui più di 50 teologi dell'America Latina, della Spagna e latini del Nord America avevano iniziato un percorso di dialogo teologico-pastorale nei contesti iberoamericani. "In questa occasione, abbiamo voluto svolgere due nuove attività. La prima è una nuova riunione di lavoro del Gruppo Ispanoamericano di Teologia, e la seconda, aperta a tutti, è stata la realizzazione del Congresso Internazionale" spiegano i Coordinatori, commentando che la teologia latinoamericana ha svolto un ruolo importante nell'attuale processo di rinnovamento ecclesiale che porta avanti Papa Francesco.

Il ricordo dell’incontro del 1968

La Seconda Conferenza generale dell’Episcopato Latinoamericano celebrata a Medellin, in Colombia, nel 1968, ha rappresentato una tappa fondamentale per la storia della Chiesa dell’America latina e dei Caraibi. (Agenzia Fides)
 

06 aprile 2018, 08:09