Vatican News
Mons. Matteo Zuppi con Papa Francesco Mons. Matteo Zuppi con Papa Francesco  

Zuppi: “Un annuncio in sintonia con il Vangelo degli ultimi”

L’arcivescovo di Bologna sorpreso dalla notizia mentre si trova in pellegrinaggio a Lourdes: “Preghiamo per l’unità della Chiesa”

«Non ne sapevo nulla, stavo celebrando la messa qui a Lourdes…». L’arcivescovo di Bologna e neo-cardinale Matteo Zuppi è stato colto di sorpresa dalla notizia: Papa Francesco lo ha incluso nella lista dei nuovi porporati che riceveranno la berretta il prossimo 5 ottobre.

Come ha reagito all’annuncio del Papa?

«Siamo qui con 800 pellegrini provenienti da tutta l’Emilia Romagna. La mia reazione è stata di grande sorpresa, non ne sapevo nulla. Mi è subito venuto in mente il Vangelo di oggi: “Chiunque si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato”. Sono grato a Papa Francesco per aver pensato a me e lo considero come un invito a pregare e lavorare ancora di più per l’unità della Chiesa. Poi c’è il segno del sangue, “usque ad sanguinis effusionem” e dunque la disponibilità a testimoniare fino alle estreme conseguenze il Vangelo»

È una coincidenza particolare anche il santo che si celebra oggi…

«Sì, oggi è la festa di sant’Egidio, il santo di cui porta il nome la Comunità nella quale ho prestato a lungo servizio. Ma vorrei ricordare anche altri due coincidenze significative: la Giornata del Creato, con l’impegno per la salvaguardia di quanto Dio ha messo nelle nostre mani perché sia tramandato alle generazioni future. E anche voglio ricordare il triste anniversario, ottant’anni fa, della Seconda Guerra Mondiale, costata tanti milioni di morti. Qui a Lourdes abbiamo pregato perché la Chiesa sia sempre unita e vicina alle sofferenze degli uomini».

 

01 settembre 2019, 14:10