Vatican News
I Presidenti delle due Coree Kim Jong-un e Moon Jae-in I Presidenti delle due Coree Kim Jong-un e Moon Jae-in  (AFP or licensors)

Coree: Kim Jong-un invita Moon a nuovi incontri di pace

Per il leader nordcoreano i legami di armonia e fiducia stabiliti tra le due Coree sono irreversibili”. Rammarico per la mancata visita a Seoul. Il Presidente sudcoreano: “Difficoltà in futuro, ma cuori aperti l'uno all'altro”

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha inviato una lettera al Presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in, per chiedere ulteriori colloqui di pace nel nuovo anno. Ieri – riferisce l’Agenzia AsiaNews - Moon ha accolto con favore il rinnovato impegno della Corea del Nord per la denuclearizzazione della penisola, in grado di dare nuovo slancio ai negoziati con gli Stati Uniti sulla fine dei programmi nucleari di Pyongyang, al momento in fase di stallo.

Per Kim le due Coree sono sfuggite al pericolo della guerra

Secondo quanto dichiarato da Moon, il leader nordcoreano riconosce che le due Coree sono sfuggite al pericolo della guerra ed “hanno stabilito legami di armonia e fiducia che sono irreversibili”. “Kim ha riaffermato il suo impegno a portare avanti in modo deciso gli accordi raggiunti con i leader della Corea del Sud e degli Stati Uniti”, afferma il Presidente. “Kim ha detto di volersi incontrare con me di frequente nel nuovo anno, per discutere questioni pratiche relative alla pace, alla prosperità e al problema della denuclearizzazione. Accolgo ciò con estremo favore”.

Rammarico di Kim per la mancata visita a Seoul

La Casa Blu non rivela il testo completo della lettera di Kim. Il portavoce di Moon, Kim Eui-kyeom, riferisce però che il leader del Nord ha espresso rammarico per non essersi recato a Seoul entro la fine di dicembre come promesso durante l’ultimo vertice di Pyongyang. Gli accordi raggiunti lo scorso settembre da Nord e Sud includono una serie di misure per il rafforzamento della fiducia reciproca e per il controllo degli armamenti, come il disarmo delle mine antiuomo nella Joint Security Area (Jsa) di Panmunjom. A questo si aggiunge la creazione di zone cuscinetto aeree, terrestri e marittime per prevenire gli scontri accidentali.

Moon disposto ad impegnarsi per continuare il dialogo

“Il Presidente Kim – dichiara il portavoce di Moon – afferma che, incontrandosi tre volte in un solo anno e attuando misure coraggiose per superare il lungo periodo di conflitto, i leader coreani hanno sollevato la nostra nazione dalle tensioni militari e dalle paure della guerra. Il presidente Kim ha detto che monitorerà la situazione e ha espresso la forte volontà di visitare Seoul”. Da parte sua, Moon si dichiara favorevole ad una visita di Kim. “Vi saranno molte difficoltà in futuro. Ma i nostri cuori saranno aperti l'uno all'altro, a seconda di quanto saremo disposti ad impegnarci”, conclude. (AsiaNews)
 

31 dicembre 2018, 11:11