Cerca

Vatican News

VNS – IRLANDA In un messaggio pastorale dell’arcidiocesi di Armagh l’invito ai fedeli a partecipare al Sinodo che domani si apre a livello locale

VNS – IRLANDA In un messaggio pastorale dell’arcidiocesi di Armagh l’invito ai fedeli a partecipare al Sinodo che domani si apre a livello locale

VNS – 16ott21 – “Vi incoraggiamo ad unirvi a noi mentre rispondiamo alla chiamata di Papa Francesco e intraprendiamo il viaggio sinodale”: lo scrivono in un messaggio pastorale ai fedeli di Armagh, l’arcivescovo della diocesi, monsignor Eamon Martin, il vescovo ausiliare, monsignor Michael Router e il gruppo che sarà impegnato nel Sinodo che si apre domani in tutte le diocesi, in comunione con i lavori avviati il 10 ottobre a Roma da Papa Francesco. L’obiettivo del processo sinodale, che si articolerà fino al 2023 sul tema “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione, missione”, è coinvolgere più persone possibili, precisa il messaggio, per “raccogliere le idee e la saggezza di tutti i battezzati” e per discernere “ciò che lo Spirito Santo ci sta dicendo in questo momento critico della nostra storia”. “Sviluppare una maggiore ‘comunione’ non è pretendere che tutti siano uguali, ma superare le divisioni e camminare insieme, condividendo un cammino comune” prosegue il messaggio aggiungendo che anche all’interno della diocesi di Armagh c'è una grande varietà di parrocchie, movimenti e comunità. “Viviamo oggi in un ambiente secolare molto impegnativo, dove, purtroppo, molte persone non conoscono la gioia di incontrare, credere e seguire Gesù Cristo - osservano monsignor Martin e i suoi collaboratori -. Alcuni hanno perso il senso di far parte della Chiesa e altri, per vari motivi, possono sentire di non voler più essere coinvolti. È quindi importante che questo processo sinodale sia inclusivo (…). Nessuno è escluso. Tutti sono invitati a partecipare”. Il messaggio rimarca poi che i laici hanno una missione speciale nel testimoniare il Vangelo poiché “chiamati ad agire in mezzo all’umanità per far vivere il Regno di Dio in ogni ambito sociale” e si conclude specificando in che i lavori sinodali includeranno questionari rivolti a tutti, confronti on line o su piattaforme di social media e una sintesi finale da inviare al sinodo dei vescovi.

 

Vatican News Service - TC

16 ottobre 2021, 13:54