Cerca

Vatican News

VNS – INDIA Karnataka: l’arcivescovo di Bangalore condanna un’indagine sui missionari cristiani promossa dal governo locale

VNS – INDIA Karnataka: l’arcivescovo di Bangalore condanna un’indagine sui missionari cristiani promossa dal governo locale

(VNS) – 16ott21 - Monsignor Peter Machado, arcivescovo di Bangalore, capitale dello Stato del Karnataka, ha espresso angoscia - riporta UCA News - dopo che il Dipartimento per le classi svantaggiate e per il benessere delle minoranze ha accettato di condurre un'indagine sui missionari cristiani che lavorano nello Stato,  definendo questa mossa, una mossa pericolosa. L’ordine è stato emesso il 13 novembre, in un momento in cui il governo locale sta contemplando l'introduzione di una legge anti-conversione in risposta alle numerose denunce di conversioni forzate registrate negli ultimi mesi nel Paese.

“La considero una operazione futile e non necessaria che non porterà a nulla di buono”, ha affermato l'arcivescovo Machado in una dichiarazione del 15 ottobre. Infatti, in un ambiente dominato dalla paura delle conversioni forzate e da sentimenti antireligiosi “è pericoloso fare tali indagini” ha spiegato. “I luoghi di culto della nostra comunità, così come i sacerdoti e le suore, saranno identificati e potrebbero essere ingiustamente presi di mira. Sentiamo già parlare di tali incidenti sporadici nel nord e nel Karnataka" ha osservato.

Il presule si è chiesto, dunque, perché il governo sia interessato a fare un'indagine solo sul personale religioso e sui luoghi di culto della comunità cristiana. “Nessuno dei nostri dipendenti lavora in clandestinità” ha sottolineato. “Tutti lavorano con la popolazione per il suo benessere e il governo ne è ben consapevole”. Quindi, ha aggiunto, “non capisco lo scopo di una tale indagine religiosa dei soli cristiani e delle loro istituzioni". Questa mossa - ha riferito l'arcivescovo Machado a UCA News - "metterà la nostra gente in pericolo", più di quanto lo sia già. I leader cristiani in Karnataka raccontano, infatti, di attacchi mirati ai loro dipendenti, alle istituzioni e perfino alle case, nel corso di riunioni di preghiera, principalmente da parte di gruppi radicali indù.

"Che il governo realizzi, piuttosto, un’indagine sulle istituzioni educative e sui centri sanitari gestiti dai missionari cristiani. Questo darà una giusta idea del servizio reso dalla comunità cristiana alla costruzione della nazione”, ha sottolineato il presule.

"Se i cristiani si convertono ad una tale velocità, come alcuni sostengono, perché la percentuale della popolazione cristiana si sta riducendo rispetto alle altre?” si chiede monsignor Machado, che continua il suo intervento, mettendo in dubbio il progetto del governo di introdurre una legge che controlli la conversione religiosa nello Stato.

"Perché abbiamo bisogno di una legge anti-conversione quando ci sono abbastanza garanzie costituzionali e convenzionali nel Paese per punire i colpevoli?” ha concluso.

Il Karnataka ha 61 milioni di abitanti, di cui l'84% è indù, il 13% è musulmano e il 2% è cristiano.

Vatican News Service - AP

16 ottobre 2021, 11:58