Cerca

Vatican News

VNS – GIORDANIA Inaugurata ad Amman una casa di cura per sacerdoti anziani e ammalati realizzata grazie al contributo dei fedeli

VNS – GIORDANIA Inaugurata ad Amman una casa di cura per sacerdoti anziani e ammalati realizzata grazie al contributo dei fedeli

VNS – 20set21 – Accoglierà sacerdoti anziani e malati la Casa di cura Sant'Antonio Al-Badwani inaugurata ieri a Sweifieh, ad Amman, in Giordania, dal patriarca latino di Gerusalemme Pierbattista Pizzaballa. La cerimonia, riferisce Abouna.org, si è svolta al termine della Messa concelebrata nella chiesa di Santa Maria di Nazareth dal vicario patriarcale latino per la Giordania, monsignor William Shomali, dall’incaricato d’Affari della nunziatura apostolica in Giordania monsignor Salim Sayegh, e il parroco di Santa Maria di Nazareth, padre Anton Hreimat. Il sacerdote ha spiegato che la casa di cura è il frutto dei contributi dei parrocchiani, segno di amore, gratitudine e apprezzamento per i presbiteri, mentre il patriarca Pizzaballa ha sottolineato che se i preti servono il popolo di Dio per lunghi anni, un giorno possono aver bisogno di assistenza e per i parrocchiani arriva il momento per ricambiare. Fr. Hanna Kildani, tra gli ospiti della Casa Sant’Antonio, ha richiamato le parole di Papa Francesco nel messaggio di giovedì scorso ai sacerdoti anziani e malati della Lombardia, evidenziando che “la vecchiaia non è una malattia, ma piuttosto un privilegio” e che il Pontefice ha dunque capovolto ogni logica umana che ritiene gli anziani un peso, un oggetto da scartare. Ha inoltre ribadito, come ha scritto Francesco, che una comunità che si prende cura degli ammalati è ben radicata in Cristo.

Vatican News Service - TC

20 settembre 2021, 11:51