Cerca

Vatican News

VNS – COREA DEL SUD Neutralità carbonica: i vescovi esortano il governo ad una efficace attuazione della legge

VNS – COREA DEL SUD Neutralità carbonica: i vescovi esortano il governo ad una efficace attuazione della legge

(VNS) – 10st21 – La Corea del Sud, il 29 agosto, ha approvato un disegno di legge sulla neutralità carbonica per ridurre le emissioni di gas serra, diventando così la 14.ma nazione ad aver legiferato per la neutralità del carbonio, insieme a Paesi come il Canada, la Francia, la Germania, l’Irlanda, il Giappone, la Nuova Zelanda, la Spagna, la Svezia e il Regno Unito, tra gli altri. Con 109 voti favorevoli contro 42 contrari, l’Assemblea Nazionale ha approvato l’atto, il quale diventerà legge dopo che il presidente Moon Jae-in, secondo presidente cattolico della Corea del Sud, lo firmerà.

La legge suddetta richiede al Governo di ridurre le emissioni di gas serra (carbonio) del 35% o più rispetto ai livelli del 2018 e pone le basi per una politica volta a raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2050 e a promuovere uno sviluppo armonioso dell'ambiente e dell'economia. La neutralità del carbonio (o emissioni zero) consiste nel raggiungimento di un equilibrio tra le emissioni e l'assorbimento di carbonio.

I vescovi coreani - riporta il Catholic Times of Korea -, nel timore che l’applicazione della legge potrebbe essere ritardata a causa di altre politiche che renderebbero l'atto privo di significato, hanno invitato il Governo ad una efficace attuazione e hanno esortato altri Paesi a seguirne l'esempio per rispondere alla crisi climatica globale.

"Sollecitiamo la promulgazione di una legge che possa rispondere adeguatamente alla crisi climatica", ha dichiarato il vescovo Park Hyun-dong, presidente del Comitato per l'Ecologia e l'Ambiente della Conferenza episcopale della Corea del Sud, mettendo poi in guardia contro quelle politiche che potrebbero ostacolare le risposte al cambiamento climatico. 

"Non è sufficiente prevenire un disastro climatico” ha affermato il presule, “chiediamo di fermare completamente la promulgazione di leggi che potrebbero ritardare la risposta alla crisi climatica globale".

"Chiedo al Governo - ha concluso monsignor Hyun-dong - di stabilire e attuare politiche pertinenti, tenendo il passo con la comunità internazionale per superare la crisi climatica, fissando obiettivi efficaci e ascoltando le voci dei vari membri della società per chi è socialmente svantaggiato e per le generazioni future"

Vatican News Service - AP

10 settembre 2021, 12:06