Cerca

Vatican News

VNS – ETIOPIA Oggi, elezioni generali. Vescovi: politici sostengano unità, solidarietà e rispetto reciproco

VNS – ETIOPIA Oggi, elezioni generali. Vescovi: politici sostengano unità, solidarietà e rispetto reciproco

(VNS) – 21giu21 – L’Etiopia desidera politici “onesti”, che “sostengano l’unità, la solidarietà e il rispetto reciproco”: lo afferma la Conferenza episcopale nazionale (Cbce), in una nota firmata del suo segretario generale, padre Teshome Fikre Weldetensaè, e diffusa il 18 giugno, in vista dell’odierna tornata elettorale. In ballo ci sono le votazioni generali: gli elettori saranno chiamati a scegliere i 547 membri del Parlamento federale e il leader del partito vincitore diventerà primo ministro. “Un leader retto – scrivono i presuli – si sforza di fare in modo che prevalgano uguaglianza, giustizia e pace nella comunità. Ma per ottenere un tale leader, abbiamo bisogno di gettare un buon seme, una morale retta nei nostri figli”. Di qui, l’esortazione a tutti i candidati a mettere in pratica i principî dell’onestà, “lavorando su questioni che migliorano l’unità tra i cittadini e trattenendosi dal promuovere elementi di divisioni”.

La nota episcopale, poi, sottolinea che la popolazione etiope “non è disposta a sopportare la discriminazione, le divisioni etniche, lo sfollamento, l’esilio, la corruzione a causa dei conflitti che provocano la morte di civili innocenti e la distruzione delle proprietà”. Per questo, l’auspicio del Paese è che le votazioni siano “libere, eque, pacifiche e democratiche e accettate da tutti”, un obiettivo per il quale tutti i candidati in lizza e tutti i partiti, sia al governo che all’opposizione, sono chiamati a lavorare “agendo in modo responsabile”.

Rivolgendosi, in particolare, alla Commissione elettorale nazionale, la Cbce la esorta ad “assicurare l'equità, l'inclusione, la democrazia e la pace delle votazioni, fornendo risposte adeguate e tempestive a tutti i ricorsi relativi al processo elettorale”. Agli aventi diritto al voto, invece, i vescovi chiedono di scegliere i candidati in base “al rispetto che dimostrano nei confronti del bene comune, dell’integrità della nazione e del Paese, non sulla base di un gruppo etnico o della lingua”. Al contempo, il partito al potere viene esortato a “prendere le dovute misure precauzionali per garantire che il voto si svolga in modo sicuro e tranquillo”, così da tutelare “l’integrità della nazione nazionale e promuoverne lo sviluppo”.

Un ulteriore appello la Chiesa cattolica etiope lo rivolge alle forze di polizia, sia nazionali che federali, affinché si impegnino “nella difesa della sicurezza dei cittadini e della correttezza delle elezioni, rinnovando il proprio servizio a favore di tutta la popolazione, piuttosto che di un determinato partito politico”. Ai giovani, incluse le donne, “nostre madri e nostre sorelle”, poi, i presuli chiedono di esercitare il loro diritto di voto in modo totalmente indipendente “da qualsiasi affiliazione politica, perché l’unico mezzo per ricoprire una carica pubblica è attraverso le urne, non altrimenti”. Infine, considerando il perdurare della pandemia da Covid-19 che, in Etiopia, ad oggi, ha provocato 275mila casi in totale, con oltre 4.200 decessi, i vescovi esortano tutti ad “attenersi alle normative anti-contagio stabilite dal governo per proteggere non solo se stessi, ma anche la vita degli altri”.

Inizialmente previste per agosto 2020, le votazioni generali, le prime dopo il 2015, sono state posticipate a causa dell’emergenza sanitaria. Le statistiche del National Board of Ethiopia stimano 37 milioni di aventi diritto al voto su una popolazione totale di 109 milioni di persone. Ad essere interessate sono 547 circoscrizioni. Ma in 110 di esse, a causa di conflitti, violenze e problemi logistici, le votazioni sono state rinviate al 6 settembre. Nessuna data, invece, è stata fissata per il voto nel Tigray, dove dal novembre 2020 è in atto un drammatico conflitto tra l’esercito nazionale e il Fronte per la Liberazione della popolazione del Tigray.

Vatican News Service –IP

21 giugno 2021, 08:16