Cerca

Vatican News

VNS – NIGERIA Allarme leader cristiani: insicurezza nazionale aumenta di crisi alimentare

VNS – NIGERIA Allarme leader cristiani: insicurezza nazionale aumenta di crisi alimentare

(VNS) – 18giu21 – Sulla Nigeria incombe il rischio di una grave crisi alimentare, provocata da un clima di crescente insicurezza: lo afferma l'Associazione cristiana del Paese africano (Can), in una nota diffusa il 16 giugno. Dal 2009, infatti, la Nigeria vive nella paura, provocata dagli attacchi degli estremisti islamici Boko Haram e dalle violenze per il controllo delle risorse idriche e agricole. In particolare, nella zona centrale del Paese, infuriano bande di pastori nomadi di etnia fulani, per lo più musulmani, che spesso attaccano persone e proprietà, scontrandosi con gli agricoltori stanziali, in maggioranza cristiani. Nonostante, quindi, i campi siano fertili grazie all'arrivo delle piogge, gli agricoltori non si sono dedicati al raccolto, per paura di essere uccisi o rapiti. Tutto questo, mettono in guardia i leader cristiani, implica che “una crisi alimentare incombente è ormai davanti a noi e, a meno che non si prendano misure che permettano agli agricoltori di tornare nelle loro fattorie in totale sicurezza,

Non solo: la Can sottolinea che sono già “migliaia” i nigeriani che “sono stati espropriati dalle loro case dai banditi, mentre le comunità vengono saccheggiate e le persone uccise ogni giorno, in tutto il Paese”. Il grave clima di insicurezza, inoltre, “ha paralizzato l'economia e viaggiare sulle strade nazionali è diventato un vero incubo”. I leader cristiani deplorano, poi, i numerosi rapimenti di bambini a scopo di ricatto avvenuti nelle zone rurali della nazione: “Temiamo che questi episodi, se non controllati, costringeranno gli studenti a non andare più a scuola – si legge nella nota – e ciò provocherà una grave battuta di arresto al tentativo di colmare l'ampio divario tra le zone più sviluppato e quelle meno sviluppato della Nigeria”.

La congiuntura attuale, continua la Can, “ha fatto sprofondare la stragrande maggioranza del popolo nigeriano nella fame, nella povertà, nella frustrazione e nello sconforto”. I leader cristiani si dicono perciò “particolarmente preoccupati per questa situazione che sembra aver travolto il governo”, al quale infine di “affrontare urgentemente e una volta per tutte la questione della sicurezza, così da liberare i nigeriani dalla criminalità e dal suo regno del terrore”.

Vatican News Service – IP

18 giugno 2021, 18:20