Cerca

Vatican News

VNS – ITALIA 30 giugno, Giornata di studio su ecologia integrale, promossa dall’Antonianum

VNS – ITALIA 30 giugno, Giornata di studio su ecologia integrale, promossa dall’Antonianum

(VNS) – 17giu21 – Una “Giornata internazionale di orientamento e studio sull’ecologia integrale”: questa l’iniziativa promossa dalla Pontificia Università Antonianum per il prossimo mercoledì 30 giugno. L’evento si terrà a Roma, presso la sede dell’Ateneo, a partire dalle 9.30, e vedrà, tra i relatori, anche don Maurizio Patriciello, parroco di San Paolo Apostolo a Caivano, in provincia di Napoli: simbolo della lotta per la salvaguardia del Creato, il sacerdote opera in una zona tristemente nota come “Terra dei Fuochi”, poiché fortemente inquinata da rifiuti tossici, sotterrati o bruciati illegalmente.

La “Giornata” è anche legata alla laurea specialistica in “Ecologia integrale” offerta dall’Antonianum e che ha visto, ad ottobre 2020, il Patriarca Bartolomeo come primo “Dottore” in questa disciplina. Afferente alla cattedra di Filosofia, tale materia prevede un piano di studi molto articolato e con diversi spunti di riflessione e approfondimento: dal legame tra terra, misericordia e fraternità suggerito nell’Enciclica di Papa Francesco “Laudato si’ sulla cura della casa comune”, alla figura di San Francesco d’Assisi come modello dell’ecologia integrale; dai meccanismi della crisi ambientale al rapporto tra economia e sostenibilità; dall’impegno delle religioni in favore dell’ambiente ai principî essenziali di una governance inclusiva; dalle ricadute della crisi ambientale sui migranti all’analisi dei cataclismi e delle conseguenti emergenze umanitarie. Focus specifici sono riservati, inoltre, alle politiche di disarmo, alla costruzione di città sostenibili e alle arti come mezzo di inclusione sociale.

Il programma di studi, approvato dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica, si articola su due anni e prevede anche numerosi laboratori. Il suo fine, spiega l’Ateneo, è quello di fare del lavoro e dell’impresa, un luogo educativo, dove “far convergere sinergicamente le risorse offerte dalla Madre Terra e la genialità tecnico-scientifica propria dell’intelligenza umana”. La produzione umana, infatti, “mentre si rende consapevole e responsabile della gratuità e della bellezza della Casa comune, ha necessità di essere sostenuta e accompagnata da una polis, retta da una governance per la pace, antidoto ad ogni disuguaglianza”. Il percorso formativo permetterà, inoltre, di “applicare a casi concreti i contenuti interdisciplinari”, mentre il coinvolgimento con altre istituzioni garantirà l’esperienza diretta con “realtà rilevanti” del settore.

Vatican News Service – IP

17 giugno 2021, 14:26