Cerca

Vatican News

VNS – GERMANIA 100 anni di Segretariato Cattolico all’estero. Cardinale Hollerich: imparare a vivere l’apertura

VNS – GERMANIA 100 anni di Segretariato Cattolico all’estero. Cardinale Hollerich: imparare a vivere l’apertura

(VNS) – 16giu21 – È stato celebrato ieri in forma ristretta a causa della pandemia da Coronavirus, il centenario del Segretariato Cattolico all’estero, nella sede della Conferenza episcopale tedesca a Berlino, come riporta il sito dell’Episcopato. L’omelia della celebrazione liturgica è stata affidata al cardinale Jean-Claude Hollerich, arcivescovo di Lussemburgo ed ex pastore all'estero della congregazione di Tokyo. Il porporato ha sottolineato quanto la cura pastorale all'estero sia necessaria, trovandosi in una cultura completamente diversa: “Laggiù, ad esempio, hanno una comunità in cui ritrovarsi e parlare tedesco; tuttavia, questo da solo non fa una chiesa: solo il servizio divino rende possibile l'esperienza di Cristo, il Risorto. Egli è al centro della comunità; è l'esperienza di Dio che sostiene e aiuta ad aprire alla terra promessa. Si tratta di essere presenti l'uno per l'altro, una cosa evidente nelle comunità cristiane. Dobbiamo avere il coraggio di uscire. Dobbiamo avvicinarci all'altro con apertura e possiamo imparare dalle chiese all'estero come vivere l'apertura. Dio ci aiuterà sempre in questo".

Nel 1921, il Segretariato Cattolico all'Estero fu fondato a Würzburg per sistematizzare e organizzare la Pastorale cattolica di lingua tedesca in tutto il mondo. Fino agli anni dopo la Seconda Guerra Mondiale, il lavoro pastorale si è concentrato principalmente sugli emigranti d'oltremare, mentre oggi, i servizi pastorali delle circa 110 parrocchie sono diretti ai germanofoni che, per vari motivi, vivono all'estero in modo permanente o per un periodo limitato.

La lingua madre ha un valore inestimabile per la cura pastorale. Molte persone sentono il bisogno di vivere la loro fede nella loro lingua. "La Conferenza episcopale tedesca è molto preoccupata che tutte le persone, in Germania e nel mondo, possano praticare e confessare la fede nella loro lingua madre", ha scritto in occasione dell'anniversario il presidente della Conferenza episcopale tedesca, monsignor Georg Bätzing.

Per molti germanofoni all'estero, e specialmente per le famiglie di lingua tedesca che vivono all'estero per motivi di lavoro, le congregazioni di lingua tedesca sono importanti luoghi di casa religiosa e culturale. Le congregazioni di lingua tedesca all'estero sono testimoni viventi e colorati della chiesa mondiale universale. Oltre alle circa 110 parrocchie di lingua tedesca all'estero, ci sono offerte speciali per i pellegrini a Roma, Gerusalemme, Lourdes, Fatima e Santiago de Compostela. Inoltre, il Segretariato Estero Cattolico è responsabile della cura pastorale sulle navi da crociera.

Il rappresentante della Conferenza episcopale tedesca per la Pastorale all'estero di lingua tedesca, il vescovo ausiliare di Paderborn, monsignor Matthias König, riconosce in un saluto la forza viva delle congregazioni straniere: "Spesso i contatti con le Chiese locali sono una benedizione. Si costruiscono ponti e soprattutto va detto che spesso le ambasciate e i consolati tedeschi danno importanza a una buona cooperazione con le congregazioni e i loro pastori".

Per il direttore del Segretariato estero, monsignor Peter Lang, il centenario è sia una motivazione che un'aspirazione: "Nella nostra storia ci siamo sempre chiesti di nuovo: cosa è importante oggi? Questo deve rimanere tale anche in futuro. Attualmente queste sono le sfide della pandemia, a causa della quale molte persone non hanno potuto e non possono viaggiare o tornare a casa per molto tempo, amici, colleghi e parenti si sono ammalati gravemente o sono morti, nei Paesi più poveri le persone che vivono intorno ai nostri centri parrocchiali hanno improvvisamente sofferto difficoltà e si sono presentate davanti alle nostre chiese chiedendo aiuto. È allora che è importante per noi essere sul terreno ed essere in grado di rispondere e aiutare a queste richieste".

Vatican News Service - RB

16 giugno 2021, 12:14