Cerca

Vatican News

VNS – REPUBBLICA CECA Il rapporto annuale della Federazione delle comunità ebraiche registra aumento di episodi di antisemitismo nel Paese

VNS – REPUBBLICA CECA Il rapporto annuale della Federazione delle comunità ebraiche registra aumento di episodi di antisemitismo nel Paese

(VNS) – 10giu21 – 180 in più rispetto al 2019, quando furono registrati 694 episodi di antisemitismo nella Repubblica Ceca. È questa la fotografia che fa del Paese il rapporto annuale della Federazione delle comunità ebraiche che nell’edizione 2020 registra un totale di 874 episodi di antisemitismo. Lo riportano i vescovi cattolici sul sito della Conferenza episcopale ceca, esprimendo la propria condanna a tali fatti e la propria solidarietà alla comunità fraterna.

Fortunatamente, secondo il documento, gli incidenti violenti sono ancora rari nella Repubblica Ceca: nel 2020 è stato registrato un solo caso di aggressione fisica con movente antisemita. Un episodio è stato registrato anche nell’ambito della svalutazione dei beni ebraici; tutti gli altri rientrano nella categoria delle minacce, molestie o insulti basati su una discriminazione etnica reale o presunta. In entrambe le categorie, il numero di incidenti registrati è stato uguale o inferiore a quello del 2018 e del 2019.

Il 98% degli episodi in questione sono manifestazioni di odio su internet quali articoli, post sui social network, commenti anonimi e post di discussione. L'enorme aumento dell'incidenza di vari miti cospirativi legati alla pandemia da Coronavirus e alle presunte responsabilità ebraiche nel merito è stato un fenomeno mondiale in questo ultimo anno, così come la promozione di presunti interessi finanziari ebraici in relazione alla vaccinazione contro questa malattia. L'antisemitismo veicolato a mezzo internet, dunque, non può essere sottovalutato, dal momento che l'analisi degli attacchi antisemiti su web e social network e dei profili dei loro autori conferma la presenza in rete di fenomeni di radicalizzazione e incitamento all'odio.

Nonostante questi risultati, la Repubblica Ceca - come negli anni precedenti - può ancora essere percepita come un Paese sicuro per la comunità ebraica, soprattutto rispetto ad altri Paesi dell'Europa centrale e occidentale. Il rapporto annuale sulle manifestazioni di antisemitismo nella Repubblica Ceca 2020 è stato pubblicato con il sostegno finanziario del Ministero della Cultura della Repubblica Ceca e del Fondo di dotazione per le vittime dell'Olocausto e si può trovare all'indirizzo www.fzo.cz.

Vatican News Service - RB

10 giugno 2021, 14:29