Cerca

Vatican News

VNS – KENYA Inaugurata Cattedrale di Bungoma. Nunzio: luogo di preghiera, non di politica

VNS – KENYA Inaugurata Cattedrale di Bungoma. Nunzio: luogo di preghiera, non di politica  

(VNS) - 17mag21 – Un luogo sacro in cui deve risuonare la Parola di Dio, non la parola politica: questo il monito ribadito dal Nunzio apostolico in Kenya, Monsignor Hubertus Matheus Maria van Megen, che nei giorni scorsi ha presieduto il rito di dedicazione della nuova Cattedrale di Bungoma, intitolata a “Cristo Re”. “Le nostre chiese – ha detto il presule nella sua omelia - non dovrebbero mai essere usate per incontri politici, ma bisogna tenere a mente le parole di Cristo che diceva ‘Non fate della casa di mio Padre un mercato' (Gv 2, 16)”. Nel “più santo dei luoghi santi”, è stato dunque il monito del presule, “l’unica parola che dovrebbe essere pronunciata è la Parola di Dio, Signore di questa Casa. Nessun dibattito politico, nessun commercio, nessuna discussione deve avvenire in questo luogo”.

Ringraziando, poi, tutti coloro che hanno contribuito con “il loro duro lavoro” alla costruzione della Cattedrale, tra le più grandi del Kenya, con una capacità di 4mila persone, Monsignor van Meger ha sottolineato: “Ogni parte dell’edificio rappresenta coloro che hanno partecipato alla sua realizzazione. Le pietre, la muratura, i pilastri, le finestre, le piastrelle, e naturalmente l'altare, rappresentano tutti voi; il frutto del vostro lavoro è qui dentro”.

Dal suo canto, l'Amministratore Apostolico della diocesi di Bungoma, Monsignor Joseph Obanyi, ha ringraziato i fedeli che ha detto che hanno messo “i loro cuori e le loro menti nel progetto fino al suo completamento”. "Come dice San Paolo – ha sottolineato il presule - ci sono quelli che piantano, ci sono quelli che innaffiano, ci sono quelli che diserbano, e poi ci sono quelli che raccolgono". “Ed io – ha aggiunto - sono uno di quelli che si sono trovati a raccogliere ciò che è stato piantato. Per questo, desidero davvero esprimere la mia gratitudine a tutti coloro che hanno messo il loro cuore e la loro mente in questo lavoro".

Gli ha fatto eco John Simiyu, responsabile del Comitato di costruzione della cattedrale: ricordando che il progetto è nato sette anni fa, nel 2014, ha evidenziato che comunque, nonostante il lungo tempo necessario alla “costruzione di questo sogno”, alla fine il completamento della Cattedrale è stato reso possibile dalle “donazioni disinteressate dei fedeli”. Le Comunità cristiane di base, infatti, hanno attivato una campagna di raccolta fondi che ha portato ad oltre 130 milioni di scellini (pari a 1,3 milioni di dollari),  necessari alla finalizzazione del lavoro edile.

Vatican News Service – IP

17 maggio 2021, 10:21