Cerca

Vatican News

VNS - DANIMARCA Chiese solidali con il popolo birmano: il 22 maggio marcia per la pace a Copenhagen

VNS - DANIMARCA Chiese solidali con il popolo birmano: il 22 maggio marcia per la pace a Copenhagen

(VNS), 15mag21 Un’iniziativa per esprimere la vicinanza e il sostegno delle Chiese danesi al popolo e alle Chiese birmane. Si intitola “Mayday Myanmar” la marcia per la pace promossa il 22 maggio a Copenaghen da diverse organizzazioni caritative cristiane, tra le quali la Caritas Danimarca.

“Come comunità ecclesiale, vogliamo mostrare la nostra solidarietà alle Chiese e al popolo del Myanmar. Per questo cammineremo insieme portando candele e pregando per chi soffre in Myanmar”, spiegano gli organizzatori. L’appuntamento è al Fælledparken da cui partirà la manifestazione che arriverà alla piazza del municipio, per un percorso di quasi quattro chilometri. Qui sono attese alcune testimonianze, canti e una preghiera comune conclusiva. Insieme alla marcia per la pace si terrà una raccolta fondi per sostenere “gli importanti sforzi delle Chiese in Myanmar” e aiutare “a diffondere speranza e fede in un Paese bisognoso”.

Intanto, a oltre tre mesi dal colpo di Stato militare del 1.mo febbraio, continua la repressione, nonostante i numerosi appelli delle Chiese e di altri leader religiosi e gli sforzi anche sul fronte diplomatico per tentare la via del dialogo e riportare il Paese sulla difficile strada della democrazia. Anche il peraltro timido intervento dell’Asean, l’Associazione delle nazioni del Sudest asiatico, lo scorso aprile, non ha avuto un seguito concreto.  Il bilancio ormai è di quasi 800 vittime e 5mila arrestati,  di cui oltre 3.800 ancora in carcere, mentre si fa sempre più minaccioso lo spettro di una guerra civile.

In questo contesto, i cattolici birmani guardano con speranza a Papa Francesco che domani mattina presiederà nella Basilica Vaticana una Messa speciale per il Myanmar con la partecipazione di sacerdoti, religiosi, suore, laici e studenti cattolici birmani giunti da tutta Italia, insieme a cittadini birmani di altre religioni. Un’iniziativa salutata con gioia dal cardinale Charles Maung Bo, arcivescovo di Yangon e presidente dei vescovi birmani, che in un tweet nei giorni scorsi ha espresso gratitudine al Santo Padre, a nome dei cattolici e di tutto il popolo del Myanmar.

Vatican News Service - LZ

15 maggio 2021, 16:20