Cerca

Vatican News

VNS – AUSTRALIA 16 maggio, Domenica della Cappellania: speranza per i più vulnerabili

VNS – AUSTRALIA 16 maggio, Domenica della Cappellania: speranza per i più vulnerabili

(VNS) – 15mag21 – Ospedali, carceri, riformatori: sono solo alcuni degli ambiti in cui prestano la loro missione e il loro servizi i cappellani cattolici. A ricordarlo è l’Arcidiocesi di Melbourne, in Australia, che ogni anno dedica loro una speciale “Domenica della cappellania” che in questo 2021 ricorre domani, 16 maggio. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di accrescere, nei fedeli, la consapevolezza sull’importanza del ruolo dei cappellani, nonché raccogliere fondi per supportare il loro operato. “I cappellani – si legge sul sito arcidiocesano – vanno incontro ai bisogni spirituali delle persone più isolate ed emarginate della nostra comunità, fornendo ad esse un sostegno pastorale in ogni fase della loro vita”. In particolare, i cappellani praticano quell’apostolato “dell’orecchio”, così spesso richiamato da Papa Francesco, che aiuta le persone sole e sofferenti a “sentirsi ascoltate e ad avere accanto una presenza compassionevole”.

“Per le persone più vulnerabili - prosegue il sito – avere qualcuno che cammina fianco a fianco con loro e che percorre lo stesso cammino, può aiutarle a sentirsi considerate e capaci di ritrovare la speranza”. Una testimonianza in questo senso arriva da Melanie Edwards, che opera nella Cappellania della giustizia minorile dello Stato di Vittoria: “Per me, è un privilegio accompagnare i giovani più vulnerabili durante il periodo di detenzione – racconta – Il mio ruolo mi vede impegnata nella loro cura spirituale e pastorale attraverso il dialogo, la preghiera e la presenza nei programmi di recupero, in modo tale da fornire a tutti sostegno ed incoraggiamento, alimentando la fiducia nel futuro”.

Di qui, il richiamo a contribuire generosamente alla “Domenica della Cappellania”, perché solo così “i cappellani potranno continuare a portare speranza alle persone ed essere messaggeri della misericordia, dell’amore e della compassione di Dio”. Le donazioni si potranno fare tramite le parrocchie, che hanno messo a disposizione delle apposite buste per la raccolta fondi, oppure on line o anche per telefono.

Vatican News Service -IP

15 maggio 2021, 09:52