Cerca

Vatican News
 Papa Francesco incontra le famiglie in un'udienza del 2015, a loro è dedicato l'anno Amoris Laetitia Papa Francesco incontra le famiglie in un'udienza del 2015, a loro è dedicato l'anno Amoris Laetitia 

Il contributo della LEV per la bellezza della famiglia

La Libreria Editrice Vaticana attraverso due piccoli volumi di agile lettura offre spunti di riflessione sulla scia delle parole di Francesco in merito agli sposi e ai bambini, in avvio dell'anno Amoris Laetitia dedicato alla Famiglia

Eugenio Bonanata – Città del Vaticano

“Incoraggiare un processo rinnovamento pastorale affinché la Chiesa possa camminare davvero al fianco delle famiglie”. Il Sottosegretario per la Famiglia e la Vita del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, Gabriella Gambino, definisce così l’obiettivo dell’Anno Famiglia Amoris Laetitia indetto da Papa Francesco.

Un percorso stimolato dalla forza trainante che la famiglia un po’ in tutto il mondo ha dimostrato durante la pandemia, così come dalle difficoltà che nello stesso momento hanno fatto emergere i bisogni più urgenti dei nuclei familiari. “Questi bisogni – spiega Gambino –rappresentano ormai delle emergenze pastorali per la Chiesa”. E anche i libri possono contribuire ad alimentare la riflessione richiesta da Francesco. Tant’è che la Libreria Editrice Vaticana ha dato alle stampe un paio di volumetti utilizzabili come sussidi in questo anno speciale. Entrambi fanno parte della collana Celebrare, un ‘contenitore’ che – attingendo alla profondità delle parole di papa Francesco – aiuta a vivere gli appuntamenti dell’anno liturgico e della vita familiare con semplicità, amore e gusto, attraverso dei semplici pensieri quotidiani.

"Insieme è bello! Pensieri per gli sposi e le famiglie"

Uno s’intitola ‘Insieme è bello! Pensieri per gli sposi e le famiglie’ (pag. 56; Euro 5,00) e raccoglie interventi di Francesco sull’argomento tratti dal suo Magistero, con la prefazione a firma del cardinale Kevin Joseph Farrel, prefetto del dicastero vaticano che ha il compito di gestire e coordinare le iniziative in programma in tutto il mondo nei prossimi mesi. In questo testo – spiega Gambino – “Papa Francesco parla al cuore dei lettori e, in linea con il suo stile pastorale diretto, riesce a rendere molto concreto il messaggio”. Il tema – prosegue – “è la bellezza dell’essere famiglia e la forza di saper valorizzare i legami familiari quando sono ben radicati in Dio”. Un piccolo testo, di agile lettura, per approfondire, ripensare, meditare o anche scoprire per la prima volta le parole di Papa Francesco sulla famiglia.

Ascolta le parole di Gabriella Gambino


“La famiglia, per la sua stessa natura, e per la profondità dei legami che stabilisce, riesce come nessun’altra istituzione ad umanizzare le persone”, afferma ancora Gambino. Una opportunità per ciascuno di scoprire di essere figlio e di essere amato. Ed è in quel contesto – come spesso ripete il Papa - che si tocca con mano quella fraternità comune che è alla base del sentirsi tutti membri della stessa famiglia umana. “La famiglia ci apre alla vita e ci lancia nella società rendendoci capaci di contribuire al bene comune”, aggiunge Gambino.

"Un amico vestito di bianco. Il Papa parla ai piccoli"

Ciò che serve maggiormente, come vedremo nel corso delle iniziative in calendario in questo anno speciale, è la testimonianza da parte delle famiglie cristiane e nello stesso tempo la possibilità di mettere in rete le esperienze creando delle occasioni stabili di incontro per mettere condividere le esperienze.
Serve anche ricordare l’importanza dei bambini, come suggerisce ‘Un amico vestito di bianco. Il Papa parla ai piccoli’ (pag. 72; Euro 5,00) l’altro volume della LEV che raccoglie i dialoghi con i più piccoli che Papa Francesco ha avuto nel corso del dei suoi otto anni di pontificato. “In questo libercolo – afferma Linda Ghisoni, sottosegretario per i Fedeli Laici del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita – il Papa si lascia interpellare dai bambini, dimostrando che lo stupore, la curiosità, l’ardire delle loro stesse domande, costituiscono una palestra di vita per noi genitori e anche per noi educatori”.

Ascolta le parole di Linda Ghisoni

Il volumetto svela come i bambini, attraverso gli interrogativi, realizzano i loro ideali che spesso sono molto arditi. “Ci chiedono riposte concrete e coerenza di vita”, sottolinea Ghisoni precisando che questa è un’indicazione preziosa sul fronte dell’educazione e della trasmissione della fede. “Per questo – dice – non servono discorsi complicati o lezioni teoriche. Ciò che conta è ciò che facciamo e come lo facciamo. Contano le scelte che compiamo: se i bambini le troveranno coerenti con il nostro parlare, allora crederanno a ciò che diciamo loro”. Una partita, dunque, che si gioca sul terreno della credibilità, della testimonianza concreta e della quotidianità. “È in famiglia – avverte Ghisoni – che i bambini apprendono in maniera privilegiata le dinamiche relazionali sane: ci scrutano e assorbono la disponibilità all’ascolto, al dialogo e al perdono”. E in questo cammino sono fondamentali anche i nonni, che in questo periodo di emergenza stanno svolgendo un ruolo chiave in diversi ambiti della dimensione familiare.

20 marzo 2021, 07:55