Cerca

Vatican News
Il carcere Regina Coeli Il carcere Regina Coeli 

Visita di un gruppo della Segreteria di Stato ai detenuti del Regina Coeli di Roma

Al Regina Coeli di Roma, celebrazione eucaristica coi detenuti. Consegnati la solidarietà raccolta dal personale dell’istituzione vaticana in occasione del Natale, destinata ai più indigenti, e dei rosari benedetti dal Papa

Questa mattina un gruppo della Segreteria di Stato si è recato al carcere Regina Coeli in Roma, per condividere l’Eucarestia domenicale con i detenuti e consegnare il frutto della solidarietà raccolta dal personale dell’istituzione vaticana nel tempo di Avvento e di Natale a favore dei più indigenti. Lo comunica il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni.

Promozione umana

Al termine della celebrazione, caratterizzata dalla preghiera dei fedeli in diverse lingue, proclamata dagli Officiali delle sezioni linguistiche, dopo un breve saluto ai detenuti, i visitatori si sono recati anche presso la sede della Vo.Re.Co, l’Associazione di volontariato gestita dai Frati Minori Conventuali, che opera nel territorio per la promozione umana e cristiana a favore di detenuti, ex detenuti ed emarginati della società.

Rosari benedetti dal Papa

Prima di rientrare in Vaticano, sono stati consegnati al cappellano del carcere, padre Vittorio Trani, dei rosari benedetti da Papa Francesco, ricevuti durante il viaggio Apostolico in Thailandia e destinati ai più bisognosi.

02 febbraio 2020, 14:29