Cerca

Vatican News
Il Cardinale Sandri celebra la Messa presso il Santuario della Madre di Dio a Faneromeni Il Cardinale Sandri celebra la Messa presso il Santuario della Madre di Dio a Faneromeni  

Visita del cardinale Sandri in Grecia

L'incontro con le comunità religiose della piccola isola di Syros e l'invito ad essere attenti alle nuove forme di povertà e a saper testimoniare Dio anche ai turisti offrendo loro l'Eucarestia, hanno caratterizzato la giornata di ieri del cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, in Grecia

Gabriella Ceraso - Città del Vaticano

Va verso la conclusione la visita in Grecia del cardinale Leonardo Sandri, iniziata cinque giorni fa da Atene, dove il porporato ha incontrato i Vescovi locali e l 'Arcivescovo Ortodosso di Atene e di tutta la Grecia Ieronymos e poi la comunità religiosa alla Cattedrale dell'Arcidiocesi. Ultima tappa sarà, in questo fine settimana, Salonicco, mentre giovedì mattina il cardinale è stato all'Esarcato Apostolico per i fedeli bizantini, e poi ha visitato l’Ordinariato Armeno, che accoglie alcuni profighi siriani. Ieri infine il Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali ha fatto tappa a Syros, isola delle Cicladi e sede dell'omonima Diocesi, in compagnia del Rappresentante Pontificio monsignor Savio Hon. 

Il cardinale Sandri a Syros
Il cardinale Sandri a Syros

Qui, nella giornata di venerdì, il porporato si è recato presso il Convento delle Suore Vincenziane, per stare insieme alla comunità religiosa ascoltando le attività che vengono portate avanti. Su nove presenze, alcune sono impegnate nella conduzione di una casa per anziani, altre si recano per la pastorale con i rifugiati su un'altra Isola, ove le presenze dei cattolici fra i nuovi arrivati sono molto numerose, soprattutto dai Paesi dell'Africa francofona. Alcune religiose sono infine impegnate nella pastorale carceraria ad Atene.

Il cardinale Sandri a Syros
Il cardinale Sandri a Syros

Nel pomeriggio di ieri  il Prefetto è salito al Santuario Mariano di Faneromeni, ove ha concelebrato l'Eucarestia insieme al Nunzio Apostolico, ai vescovi Stephanou e Papamanolis, e ai sacerdoti della Diocesi, con un nutrito numero di fedeli. Nella sua omelia la "supplica per il dono di nuove e sante vocazioni, perchè possa essere garantita la continua iniziativa pastorale che accompagna nell’unica Chiesa Cattolica di Grecia sia le presenze storiche e tradizionali, sia i nuovi arrivati che vengono ad arricchire e moltiplicare il numero dei fedeli come è accaduto in questi anni". Nelle parole del porporato anche un appello per una maggiore attenzione ai poveri, sia a livello materiale sia del "senso del proprio vivere". Particolare poi il riferimento ai turisti, perchè anche a loro possa essere offerto il Pane eucaristico e la Parola vissuta.

Il cardinale Sandri a Syros
Il cardinale Sandri a Syros

Al termine del rito l' incontro con i sacerdoti, i religiosi e le religiose e gli operatori pastorali. Il Porporato ha potuto ascoltare e rispondere alle domande dei presenti, ispirate al tema dei rapporti ecumenici, particolarmente felici nell'Isola di Syros ove con l'attuale Metropolita ortodosso ci sono momenti di condivisione, e data la situazione particolare in cui il numero dei cattolici, è quasi pari di quello dei fratelli e sorelle di altra confessione. Si è parlato anche di priorità pastorali con particolare l'attenzione al mondo giovanile ed universitario, come pure nelle isole, l'attenzione all'accoglienza dei turisti. "Se tutti i nostri programmi pastorali  - ha detto il porporato nel suo discorso - pur ammirevoli non vedessero ciascuno di noi come attori essere persone che sanno nutrirsi della preghiera, ristorarsi attraverso la celebrazione dei sacramenti, capaci di fermarsi a meditare sulla Parola di Dio e capaci di carità concreta e quotidiana, tutto il nostro agire sarebbe alla fine vuoto e senza frutti duraturi".

 

16 novembre 2019, 10:37