Cerca

Vatican News
Radio giornale in latino Radio giornale in latino 

Hebdomada Papae: il Gr in latino del 22 giugno

Le Notizie vaticane in lingua latina con traduzione in italiano in onda ogni sabato alle ore 12.32. In sommario oggi la presentazione dell’Instrumentum laboris sul Sinodo Amazzonia, l'emergenza climatica e l'appello del Papa ai petrolieri, la visita di Francesco tra i terremotati di Camerino nelle Marche. Il nuovo settimanale di informazione di 5 minuti - in collaborazione con l’Ufficio Lettere Latine della Segreteria di Stato - è diffuso anche in podcast su Vatican News

“HEBDOMADA PAPAE”

Notitiae Vaticanae Latine redditae

Die vicesimo secundo mensis Iunii anno bismillesimo undevicesimo

 

Ascolta l'edizione del radiogiornale in latino (22-06-2019)

Synodus de Amazonia. Praesentatum est Instrumentum laboris: clamorem populi cum Ecclesia audire.

Papa loquitur de emergenti caeli discrimine et poscit a mercatoribus petrolei transitionem energeticam radicitus agendam.

Franciscus Camerini Missam de Sanctissima Trinitate celebravit una cum gente terrae motu percussa: Deus dat nobis vim ad rursus incipiendum.

Omnibus vobis audientibus nuntios Latina lingua prolatos salutem ex imo corde dicit Catharina Agorelius.

(SERVIZI)

Mundus amazonicus ab Ecclesia petit sua socia esse, ut Evangelii vita omnes attingere possit, praecipue pauperes. Hoc breviter argumentum est Instrumenti laboris superiori die Lunae publici iuris facti, in conspectu proximae Synodi Episcoporum mense Octobri agendae. De hoc refert nobis Marius Galgano:

Instumentum laboris, cum titulo “Vox Amazoniae”, fructus est processus auditionis inceptus a visitatione Papae Francisci mense Ianuario anni bismillesimi duodevicesimi in urbe vulgo dicta Puerto Maldonado, in Peruvia; qui continuatus est deinde consultatione Populi Dei in cuncta regione Amazonica anno currenti. Vita multorum populorum in hoc territorio in discrimine est eversionis ac exhaustionis ambitus, violationis continuae praecipuorum iurium humanorum. Ecclesia vult inchoare nova itinera evangelizationis, instructa in dialogo atque communicatione cum his antiquis sapientiis, in quibus semina Verbi manifestantur.

Papa Franciscus recepit in Vaticano die decimo quarto mensis Iunii participes Conventus a Dicasterio ad integram humanam progressionem fovendam promoto una cum Supremis Praesidibus Societatum petroleariarum mundialium. Disputatum est de argumento: ”Transitio energetica ac tutela domus communis”. Refert Monia Parente:

Futuri homines terrarum orbem perquam corruptum sunt recepturi: sic effatur Papa, qui petrolei mercatores in Civitate Vaticana laetanter convenit. Franciscus illud bonum putat quod ad terram tuendam mutuum adest munus. Pontifex hoc momentum extollit cum societas bene transitum moderatur ad modicum adhibendum carbonem, prudenter creati adhibens opes. “Tempus instat”: est monitus Papae.  “Climatis discrimen – dicit – postulat ut strenue agatur, hic et nunc”. “Ecclesia plane est parata suam ad agendam partem”.

(NEWS)

In sollemnitate Sanctissimae Trinitatis, Pontifex Camerini missam celebravit, urbe in media Italia sita, a terrae motu anno bismillesimo decimo sexto quassata. In homilia Franciscus fideles hac calamitate ictos est allocutus, dicens Deum, “ut quam proxime adsit, ut nos iuvet ad vitae onera ferenda, suum ipsum Spiritum mittere”, qui efficit ut spe “volemus”.

“Alios comitemur” ut “minuatur numerus illorum qui vitam sacerdotalem et consecratam deserunt”. Haec una est ex sententiis, quas particibus capituli Fratrum Minorum Conventualium dixit Papa, qui die decimo septimo mensis Iunii in audientia sunt recepti. Pontifex eos invitavit ut dominandi cupiditati non se tradant, sed efficiant ut religiosorum vita “prophetia” in mundo sit in quo “dominandi voluntas magna est temptatio”.

Dicasterium ad integram humanam Progressionem fovendam inceptum oecumenicum mundiale suscepit quod est “Tempus Creati” ad communem domum tuendam dicatum et a Papae Litteris encyclicis “Laudato Si” inductum. Hoc inceptum  sibi vult celebrationem oecumenicam mundialem precationis in mensem productam, dum scriptum cum imaginibus quaedam suggerit ad eventum experiendum: quod complectitur cum adorationis et precationis conventus, tum eiectionum collectionem, tum invitationem ad rem politicam commutandam ut totius terrarum orbis calefactio minuatur.

Finis fit huius editionis, gratias agimus pro attentione; conveniemus iterum sabbato proximo, eadem hora.

(ITALIANO)

“HEBDOMADA PAPAE”

Notitiae Vaticanae Latine redditae

22 giugno 2019

Sinodo Amazzonia. Presentato l’Instrumentum laboris: ascoltare con la Chiesa il grido di un popolo.

Il Papa parla di emergenza climatica e chiede ai petrolieri una transizione energetica radicale.

Francesco a Camerino celebra la Messa della Santissima Trinità con terremotati: Dio ci dà la forza per ricominciare.

Un cordiale buongiorno a tutti voi in ascolto da Katarina Agorelius e bentrovati a questa edizione del notiziario in lingua latina.

(SERVIZI)

Il mondo amazzonico chiede alla Chiesa di essere sua alleata, affinché la vita del Vangelo possa raggiungere tutti, specialmente i poveri. Questo in sintesi il contenuto dell'Instrumentum laboris pubblicato lunedì scorso in vista del prossimo Sinodo dei vescovi di ottobre. Ce ne parla Mario Galgano:

L’instrumentum laboris, intitolato “La Voce dell’Amazzonia”, è il frutto di un processo di ascolto iniziato con la visita di Papa Francesco a Puerto Maldonado, in Perù, nel gennaio 2018, e proseguito con la consultazione del Popolo di Dio in tutta la Regione Amazzonica nel corso dell'anno. La vita dei tanti popoli originari nel territorio è minacciata dalla distruzione e dallo sfruttamento ambientale, dalla sistematica violazione dei diritti umani fondamentali. La Chiesa vuole intraprendere nuovi cammini di evangelizzazione costruiti in dialogo e partecipazione con queste sapienze ancestrali, nelle quali si manifestano semi del Verbo.

Papa Francesco ha ricevuto il 14 giugno in Vaticano i partecipanti all’Incontro promosso dal Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale con i vertici delle Compagnie petrolifere mondiali. La riflessione ha riguardato “La transizione energetica e la tutela della casa comune”. Il servizio di Monia Parente:

“Le future generazioni sono in procinto di ereditare un mondo molto rovinato” afferma il Papa, che esprime soddisfazione per l’incontro in Vaticano con i petrolieri. Francesco lo considera un segno positivo per l’impegno reciproco nella tutela del pianeta. Il Pontefice sottolinea l’importanza di gestire bene il passaggio verso una società a basso consumo di carbone, usando con saggezza le risorse del creato. “Il tempo stringe!” è l’appello del Papa. “La crisi climatica – ricorda –  richiede da noi un’azione determinata, qui e ora”. “La Chiesa è pienamente impegnata a fare la sua parte”.

(NEWS)

In occasione della festa della Santissima Trinità, il Pontefice ha celebrato la Messa a Camerino, città dell’Italia centrale distrutta da un terremoto nel 2016. Nell’omelia il Francesco ha assicurato i fedeli feriti dal sisma che Dio per essere “ancora più vicino, per aiutarci a portare i pesi della vita, ci manda il suo stesso Spirito", il quale ci fa “spiccare il volo” con speranza.

“Accompagnare altri” per contenere “l’emorragia degli abbandoni che colpisce la vita sacerdotale e consacrata”. È uno dei pensieri che il Papa ha rivolto ai membri del capitolo generale dell’Ordine dei Frati minori conventuali, ricevuti in udienza il 17 giugno. Il Pontefice ha invitato a non cedere alla tentazione del potere, ma a lasciare che la vita dei religiosi sia “profezia” nel mondo in cui “l’ambizione del potere è una grande tentazione”.

Il Dicastero dello Sviluppo umano integrale ha lanciato l’iniziativa ecumenica mondiale “Tempo del Creato” dedicata alla protezione della casa comune e ispirato alla “Laudato Sì” del Papa. L’iniziativa prevede una celebrazione ecumenica mondiale di preghiera della durata di un mese, mentre un testo con immagini offre idee per vivere l’evento: dagli incontri di adorazione e preghiera alla raccolta di rifiuti, agli appelli per un cambiamento delle politiche per limitare il riscaldamento globale.

È tutto per questa edizione, grazie per essere stati in ascolto, a risentirci sabato prossimo alla stessa ora.

22 giugno 2019, 12:40