Versione Beta

Cerca

VaticanNews

Cardinali Farrell e Maradiaga presentano il "Vocabolario di Papa Francesco"

Intervista a Cindy Wooden, responsabile a Roma della Catholic News Service, agenzia dell'episcopato USA, e curatrice del volume "A lexicon of Pope Francis", incentrato sul vocabolario di Papa Francesco

Alessandro Gisotti – Città del Vaticano

“A Pope Francis Lexicon”, “Il vocabolario di Papa Francesco”. E’ il titolo di un volume, curato dai vaticanisti americani Cindy Wooden e Joshua McElwee che raccoglie oltre 50 saggi di personalità ecclesiali e non che si confrontano sulle parole più significative di Papa Francesco: da clericalismo a gioia, da periferia a riforma. Il libro, arricchito dalla prefazione del patriarca ecumenico Bartolomeo, è stato presentato oggi nella sede della Curia dei Gesuiti a Roma con gli interventi, tra gli altri, del cardinale Oscar Rodriguez Maradiaga, coordinatore del C9, e del cardinale Kevin Farrell, prefetto del dicastero per i Laici, la Famiglia, la Vita, che ha moderato la conferenza.

Maradiaga: la vera riforma è il rinnovamento spirituale

Nel suo intervento, il cardinale Maradiaga ha sottolineato che la riforma che ha in mente Francesco è radicata in Gesù Cristo. Non si tratta, ha ammonito, di un’operazione estetica, non è un lifting per “abbellire l’anziano corpo curiale”. Quello che vuole il Papa, ha soggiunto, è "un rinnovamento profondo spirituale e personale, non solo professionale. “La riforma della Curia – ha detto – non riguarda il cambiamento del personale, ma la conversione nelle persone”. Per Francesco, ha aggiunto il porporato honduregno, il vero potere è il servizio. Questo era quello che già affermava quando era arcivescovo di Buenos Aires. La riforma, ha infine rimarcato, sarà efficace solo se si farà con persone rinnovate spiritualmente.

Farrell: il Papa dà esempio su cambiamento della mentalità

Dal canto suo, il cardinale Farrell, che ha elogiato il volume curato da Wooden e McElwee, ha affermato che la riforma è un processo. Quindi, ci vuole tempo per cambiare una mentalità, ma Francesco - ha rassicurato - ci insegna come fare questo cambiamento ogni giorno. A proposito degli autori dei capitoli del libro, il porporato ha affermato che si tratta di un gruppo di persone di alto profilo, non necessariamente cattoliche, di diverse parti del mondo che si sono messe in ascolto e hanno colto la sapienza di Papa Francesco. Le parole di questo libro, ha concluso, rappresentano “la filosofia di fondo” dell’agire del Pontefice.

L'importanza del servizio nel Pontificato di Francesco

Significativa la testimonianza di suor Norma Pimentel, direttore della Caritas della diocesi texana di Brownsville che, del Lexicon, ha curato la voce “migranti” e che ha sottolineato quanto Papa Francesco incoraggi con le sue parole e i suoi gesti l’impegno in favore degli immigrati. La dottoressa Phillys Zagano, membro della Commissione di studio sul Diaconato delle donne, voluta dal Papa che ha scritto la voce “servizio”, ha invece sottolineato che Francesco “ci ricorda che Dio ci chiede di essere coinvolti”. Il Pontefice, ha soggiunto, ci sfida “a vivere le nostre vite di preghiera e servizio rivolto agli altri. Ci sfida in definitiva ad essere suggellati dall’amore”. Sul vocabolo "legalismo", si è invece concentrato l'intervento di suor Teresa Forcades i Vila.

01 marzo 2018, 19:04