Cerca

Vatican News

Ristorazione e ortodonzia, settori in ripartenza per superare la crisi

Il settore della ristorazione in Italia  è stato e resta tuttora uno dei più colpiti dalla crisi causata dalla pandemia di COVID - 19. Si prevedono perdite per oltre 30 miliardi di euro e 230mila posti di lavoro a rischio. Numeri che si moltiplicano esponenzialmente se si considera il numero di ristoranti italiani all’estero.

In questo momento di incertezze economiche internazionali, l'associazione culturale no profit I Love Italian Food in collaborazione con Future Food Network ha voluto organizzare "La ristorazione che verrà", un importante evento in programma per il 17 giugno, a cui partecipano dieci ospiti da tutto il mondo per immaginare quali saranno i nuovi modelli di business e i nuovi concept della ristorazione made in Italy, e non solo.

Ne parliamo con Alessandro Schiatti, Amministratore Delegato di I Love Italian Food..

 

A partire da inizio maggio e la graduale riapertura degli esercizi commerciali e delle attività produttive, anche glistudi odontoiatrici ed ortodontici hanno ripreso la piena attività in completa sicurezza. Nonostante ciò si registra ancora una certa diffidenza da parte dei pazienti.

Per rassicurarli, ai nostri microfoni il dottor Giorgio Iodice, presidente di ASIO - Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia, illustra lo sforzo messo in atto da dentisti ed operatori odontoiatrici per la piena applicazione di standard di sicurezza molto alti sia per il paziente che per l’operatore sanitario, in linea con le indicazioni operative per l’attività odontoiatrica previste dal Ministero della Salute.

 

 

16 giugno 2020