Cerca

Vatican News

Per una salute uguale per tutti

Un laboratorio di analisi biomediche utilizzato come strumento di lotta al Covid-19 e, insieme, come centro di ricerca e monitoraggio per le malattie tropicali - come la malaria, la tubercolosi, l’AIDS-HIV, le epatiti, la Chikungunya - che continuano a mietere vittime.

È questo il nuovo e innovativo progetto avviato all’Ospedale universitario Le Bon Samaritain, situato a N’Djamena - capitale del Ciad, nel centro dell’Africa - grazie alla Fondazione Magis, ONG della Provincia Euro-Mediterranea della Compagnia di Gesù che coordina e promuove attività missionarie e di cooperazione internazionale attraverso l'impegno e l'azione di gesuiti e di laici in varie parti del mondo, con l’obiettivo di sostenere le comunità locali nel diventare protagonisti di uno sviluppo sostenibile.

Il nuovo  laboratorio intende garantire l’assistenza ai più vulnerabili, concentrandosi sull’attuale situazione emergenziale causata dalla pandemia ma senza dimenticare l’impatto di quelle malattie che in Africa provocano migliaia di morti ogni anno..

Ai nostri microdoni Ambrogio Bongiovanni, presidente di Fondazione Magis e docente presso la Facoltà di Missiologia dela Pontificia Università Gregoriana e Vittorio Colizzi, consulente sanitario di Fondazione Magis, docente di Immunologia e Patologia presso l’Università di Roma Tor Vergata

 

07 luglio 2021