Cerca

Vatican News

Nella "Fratelli tutti" il Papa mette in guardia dai social - Un libro per riscoprire il Padre Nostro

Nel primo capitolo della sua terza enciclica, Fratelli tutti, Papa Francesco dedica parole molto dure ai social network, mettendo in guardia i navigatori da una comunicazione digitale che non è in grado di unire l'umanità, favorisce forme insolite di aggressività e facilità la diffusione di informazioni e notizie false, fomentando pregiudizi e odio. Secondo Lanfranco Norcini Pala, esperto di comunicazione sociale e autore del volume "Social...mente" (San Paolo), Francesco non sta demonizzando i media digitali ma ci invita ad usarli in modo positivo.

A pochi giorni dall'approvazione del nuovo Messale Romano, che sarà obbligatorio dalla Pasqua 2021, l'editrice Ave ha pubblicato un libro dedicato ai più piccoli scritto da Morena Baldacci e illustrato da Maria Gianola, dedicato alla preghiera del Padre Nostro.  "Anche per noi adulti - spiega l'autrice - il Padre nostro è la prima preghiera, la sola che Gesù ci ha consegnato e che racchiude e annoda insieme tutte le domande del cuore: il bisogno della sua presenza, la necessità del cibo, la richiesta di perdono, la forza nella difficoltà. Una preghiera che ci fa tornare bambini". 

Con noi:

Lanfranco Norcini Pala, giornalista, esperto di comunicazione sociale, si dedica allo sviluppo di programmi di educazione all’uso della Rete.

Morena Baldacci, Docente presso la Pontificia Università salesiana di Torino, lavora presso l’Ufficio Liturgico Diocesano di Torino, autrice del libro “Il Padre Nostro per i piccoli” (Ed. Ave)

Conduce:

Fabio Colagrande

 

 

07 ottobre 2020