Cerca

Vatican News

Dopo, le religioni e l'aldilà

Il "dire la morte" delle fedi per capire la vita. E' il cuore dello studio contenuto nel libro appena pubblicato da Laterza "Dopo. Le religioni e l'aldilà", del teologo Salvarani. La pandemia ci ha sbalzato nella condizione di rischio, di cui perdiamo continuamente memoria. Ragionare sulla morte, senza rimuoverla, dovrebbe essere un'attività da coltivare di più, non solo a livello sociale - senza scadere nelle mode che sembrano invitare ad una vera e propria cultura della morte - ma anche a livello pastorale. Ne scaturirebbe, soprattutto fra i giovani - che di solito non si confrontano minimamente su questa dimensione - una maturità spirituale e umana che aiuterebbe non poco. 

La pandemia in Australia sta preoccupando seriamente un continente che presenta, a macchia di leopardo, zone di diffusi contagi. Ci racconta la situazione un insegnante italiano da vent'anni a Brisbane. 

Con noi:

Brunetto Salvarani, docente di Teologia della Missione e del Dialogo alla Facoltà Teologica dell'Emilia Romagna; 

Stefano Girola, insegnante di Latino all'Università del Queensland.

Conduce:

Antonella Palermo

23 luglio 2020