Cerca

Vatican News

Il successo del San Giuseppe Market in una parrocchia romana - L'accoglienza dei migranti positivi al Covid in Calabria

A Roma, sono state circa 130 le famiglie assistite dal "San Giuseppe Market", un servizio di "spesa sospesa" per i più bisognosi in tempo di pandemia gestito dal 1° aprile al 30 giugno dalla comunità della basilica di S. Giuseppe al Trionfale in collaborazione con il comitato "Trionfalmente 17".  Conclusa l'esperienza la solidarietà continua nella chiesa romana gestita dai guanelliani, attraverso le iniziative della Caritas parrocchiale.

Sono 28 i migranti risultati positivi al coronavirus tra i 70 sbarcati lo scorso 11 luglio nel porto di Roccella Jonica, in Calabria. Tra questi 20 minori non accompagnati, di cui 5 positivi al Covid, che sono stati accolti dal comune di Roccella. "Ospitiamo 20 migranti minori non accompagnati perché è un nostro preciso dovere dettato dalle legge", spiega il sindaco Vittorio Zito. "Essendoci tra di loro 5 casi di positività al Covid abbiamo gestito la situazione per non mettere in pericolo i cittadini e garantire il rispetto della dignità dei migranti". Padre Francesco Carlino, parroco del comune calabro, racconta come la sua comunità ritenga un dovere cristiano esprimere solidarietà ai giovani migranti giunti in città.  

Con noi:

Don Wladimiro Bogoni, parroco di San Giuseppe al Trionfale a Roma

P. Francesco Carlino, parroco di S. Nicola di Bari a Roccella Jonica

Vittorio Zito, Sindaco di Roccella Jonica

 

Conduce:

Fabio Colagrande

14 luglio 2020